Truffa del bancomat, la polizia mette tutti in guardia: “State attenti”

Le forze dell’ordine descrivono le modalità con le quali viene perpetrata la truffa del bancomat. C’è una metodologia subdola e precisa.

Truffa del bancomat
Truffa del bancomat Foto dal web

Truffa del bancomat, questa peculiare tipologia ordita ai danni di ignari cittadini presenta delle precise modalità di esecuzione. E come spesso accade in queste brutte circostanze, le vittime predilette dei malintenzionati sono le persone anziane.

La truffa del bancomat, come è stata denominata dalle forze dell’ordine, si svolge con una metodologia ben riconosciuta. I delinquenti si appostano ad uno sportello di una banca o di un ufficio postale e quando individuano la persona ritenuta adatta da derubare, la avvicinano.

I ladri sono vestiti spesse volte di tutto punto, fanno bella mostra del proprio aspetto molto curato, utilizzando abiti eleganti il più delle volte e sciorinando una parlantina forbita e convincente.

Fattori che, per quanto alcuni di noi facciano fatica a crederci, riescono ad essere di impatto su individui in età ormai avanzata. E che magari sentono anche la solitudine. Questi li porta a fidarsi, ma quello è un errore che può risultare fatale.

Gli autori della truffa del bancomat domandano al malcapitato di turno con un pretesto, magari dicendo che c’è la necessità di controllare il numero di serie delle banconote appena prelevate oppure la carta inserita.

Truffa del bancomat, come funziona: i ladri sono infidi

Le scuse possono essere molteplici in questo senso. Ad ogni modo va a finire con loro che si fanno dare l’intero importo dicendo che lo porteranno subito in ufficio per le verifiche del caso.

Foto dal web

Oppure le rimpiazzano con delle banconote false, approfittando del primo momento utile per poter perpetrare la sostituzione. Di tutto questo ha parlato la trasmissione “Chi l’ha visto” su Rai 3, rendendo noto come ci siano state diverse segnalazioni da parte di gente che ha subito questo tipo di truffa.

Leggi anche: Addio contanti: sempre meno Bancomat in circolazione

Polizia postale e polizia di Stato hanno messo in guardia i cittadini sui propri canali social ufficiali. Non bisogna mai fare avvicinare nessuno agli sportelli di uffici postali e di istituti di credito quando si sta compiendo una operazione.

Leggi anche: Polizza assicurativa, non si potrà più sospendere: la direttiva europea

Leggi anche: Parità salariale, la legge è pronta: dovrà risolvere anche altri problemi

E se qualcuno avanza delle richieste che coinvolgono la somma appena prelevata, state sicuri che si tratta di malviventi che stanno cercando di circuirci. Non dovete mai fidarvi di nessuno e dovete mettere il denaro subito al sicuro nel portafogli od in una borsa. Fatene parola con le persone anziani vostre conoscenti.