Programma Itaca, l’INPS paga gli studi all’estero: come partecipare

Una grande opportunità arriva per tanti alunni grazie al progetto Programma Itaca che fa riferimento all’INPS. In cosa consiste.

Programma Itaca c'è il via dell'INPS
Programma Itaca c’è il via dell’INPS Foto dal web

Programma Itaca, l’INPS ha emesso una comunicazione ufficiale in merito che interessa tantissimi studenti. L’iniziativa è rivolta a figli, orfani oppure equiparati, di chi ha lavorato nella Pubblica Amministrazione come dipendente ed ora si trova in pensione.

Il Programma Itaca, valido per l’anno accademico 2022/2023, è in pratica una sorta di vero e proprio Erasmus parallelo. Per i ragazzi che riusciranno ad entrare nella copertura offerta da questo provvedimento sarà possibile andare a studiare all’estero per un anno.

L’INPS ha stanziato per il Programma Itaca fino a 15mila euro a studente, anche con certificazione Isee superiore ai 44mila euro all’anno. Il soggiorno all’estero deve essere organizzato da terzi, con l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale che fornirà quelle che vanno considerate come delle borse di studio.

Il bonus potrà ricoprire le spese per ogni famiglia in maniera parziale od anche totale. E l’organizzatore del soggiorno estero deve garantire la messa a disposizione di tutti i documenti necessari affinché nel Paese di destinazione vengano riconosciuti gli studi compiuti.

Programma Itaca, requisiti e come presentare la domanda

Tale soggiorno deve essere inclusivo pure di spese di alloggio, a prescindere da dove esso abbia luogo, oltre che di viaggio, di assicurazione, trasporti e vitto. Sono interessati da questo progetto gli studenti del liceo.

Per l’Europa l’importo massimo previsto è di 12mila euro. Per i Paesi al di fuori del nostro Continente salgono a 15mila euro, relativamente ad un intero anno scolastico. Le spese coperte dal provvedimento, nel caso di un solo semestre, scendono invece rispettivamente a 9mila ed a 12mila euro. Ed anche di 6mila euro per soli tre mesi in Europa.

Leggi anche: Gratta e vinci, butta via biglietto da 100mila euro: come è finita

I requisiti necessari richiesti sono:

  • iscrizione al secondo o terzo anno di una scuola secondaria di secondo grado;
  • promozione nell’annata 2020/2021;
  • non avere avuto bocciature in precedenza;
  • non avere usufruito di altri sostegni economici da Itaca in precedenza;
  • essere iscritti all’INPS, altrimenti andrà presentata domanda di iscrizioneM
  • avere SPID, CIE oppure CNS;
  • presentare regolare certificazione Isee per stabilire graduatoria e bonus erogabile;

Leggi anche: Fotovoltaico, quanto conviene veramente? Cosa comporta l’installazione

Leggi anche: Nuovo stadio Inter e Milan, i costi per un grande progetto

C’è tempo dalle ore 12:00 del 4 novembre 2021 alle ore 12:00 del 9 dicembre 2021, con la domanda che va inoltrata solo e soltanto per via telematica.