Bonus affitti, cosa cambia per i giovani: introdotto tetto massimo

Il cosiddetto bonus affitti per gli under 31 subirà con ogni probabilità una modifica: potrebbe essere introdotto un tetto minimo.

Casa
(Jens Neumann – Pixabay)

Il bonus affitti, rivolto ai giovani under 31, potrebbe subire una variazione. L’agevolazione riconosciuta sotto forma di una detrazione del 20% sul canone locativo sarà affiancata da un’altra specifica. Il tetto massimo scenderà da 2.400 euro a 2mila, ma sarà stabilito anche un minimo sotto quale – a prescindere dall’ammontare del canone- non si scenderà ossia 991,60 euro.

Bonus affitti under 31, nuovo tetto massimo: da 2.400 euro a 2mila

Euro
(Getty Images)

La nuova finanziaria racchiude al suo interno importanti novità. Il testo, che ha subito delle modifiche già con il passaggio in Camera, approderà oggi – mercoledì 11 novembre- in Senato. Tra le misure riviste anche il Bonus affitti under 31.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza, arriva il bonus aggiuntivo da 780 euro: come averlo

Questa agevolazione è rivolta ai giovani che decidono di affittarsi una casa o comunque una parte di essa e renderla abitazione principale e consiste in una detrazione dei costi di locazione nella misura del 20%. Con la legge di bilancio potrebbe essere inserito un nuovo limite ossia l’abbassamento del tetto da 2.400 euro a 2mila euro e l’istituzione di una soglia minima che prescinderebbe dal valore del contratto.

Una postilla emersa solo adesso, perché all’uscita del Consiglio dei Ministri – riporta la redazione de Il Sole 24 Ore– tale diminuzione non era stata operata. Il cambiamento è emerso con l’ultima bozza del Ddl. Nello specifico all’interno della norma si leggerebbe che lo sconto fiscale resta fissato al 20%, ma viene introdotto un tetto minimo pari a 991,6 euro ed uno massimo che, come poc’anzi riportato, è di 2mila euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Quali sono i bonus casa più convenienti ? La lista dettagliata e le novità

A poter accedere saranno, dunque, i giovani under 31 (di età compresa tra i 20 ed i 30 anni) che posseggano un reddito non superiore ai 15.493,71 euro. Questi dovranno stipulare un valido e registrato contratto di locazione – riferisce Il Sole 24 Ore– per un immobile o parte di esso in cui stabiliranno la loro residenza. In sintesi, non dovranno più risultare all’interno della casa genitoriale. La durata del bonus sarà quadriennale.