Netflix: grandi novità in arrivo per gli amanti dello streaming

Sono in arrivo grandi novità per gli utenti della piattaforma di streaming Netflix. Vediamo di che cosa si tratta.

Netflix logo
Netflix logo – Foto da Unsplash

Il grande colosso dello streaming statunitense fa ancora parlare di sé. Poco tempo fa ha cavalcato l’onda delle news con il suo aumento di prezzo che ha riguardato tutti i piani di abbonamento, nessuno escluso.

Da ottobre, infatti, le sue tariffe sono aumentate vertiginosamente, con un abbonamento standard ad un prezzo di 12.99 euro e con l’abbonamento Premium a 17.99 euro. Insomma, una notizia non felicissima per tutti i milioni di utenti abbonati al servizio di streaming più famoso al mondo.

Le notizie però non sono ancora terminate. Questa volta però sono buone notizie per gli amanti della piattaforma, soprattutto per i più giovani.

LEGGI ANCHE -> Il dispositivo Apple dal valore inestimabile: venduto per 400.000 dollari!

Da questo momento sarebbe infatti possibile rinnovare il proprio abbonamento direttamente dal proprio dispositivo mobile iOS, come un iPhone o un iPad.

Non si tratta realmente di una novità poiché questa funzionalità era già disponibile fino a 3 anni fa, quando il colosso dello streaming decise di rimuovere la possibilità di rinnovare l’abbonamento dai dispositivo iOS, proprio in segno di protesta nei confronti della Apple.

Le proteste sono nate quando l’azienda di Cupertino ha deciso di trattenere il 30% per ogni rinnovo in-app degli abbonamenti Netflix.

Il ritorno dell’abbonamento in app: il motivo

sede di netflix
Sede di Netflix ad Hollywood, Los Angeles in California – Foto da Unsplash

Ma quali sono i motivi dietro questa scelta totalmente inaspettata da parte dell’azienda statunitense?

Ad oggi non sono ancora molto chiari e sembrerebbero ai nostri occhi quasi insensati. Difatti la Apple continua a trattenere il 30% dai rinnovi in-app degli abbonamenti Netflix.

LEGGI ANCHE -> L’iPhone da 86.001 dollari. Il dettaglio che fa crescere il prezzo alle stelle

Tra poco, inoltre, data l’impossibilità in passato di utilizzare altri metodi di pagamento nell’app store che non fossero registrati con lApple-id, quest’ultima dovrà permettere agli utenti di utilizzare altri metodi di pagamento esterni.

Trattandosi di commissioni quindi temporanee fino all’aggiunta di un metodo di pagamento alternativo, si tratterebbe solo di un paio di mesi in cui Netflix dovrà lasciare il 30% ad Apple. Una cifra misera al confronto con i milioni di utenti successivi che tenderanno sempre di più a rinnovare gli abbonamenti in app con i nuovi metodi di pagamento.