Affitti e statistiche: prezzi troppo alti. Ma c’è una soluzione

I prezzi degli affitti, una problematica che non ci abbandonerà mai, almeno fin quando gli italiani non avranno un lavoro stabile e redditizio su cui contare.

Affitti in Italia
Affitti in Italia (Foto da Pixabay)

Ormai è chiaro che l’Italia sta attraversando da qualche anno un momento difficile, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto finanziario. Il lavoro sembra essere in costante crisi e gli italiani tirano avanti come possono. La pandemia non ha certo aiutato e in questo calderone di negatività ogni cittadino si trova ad affrontare continuamente delle problematiche.

Pagare le bollette, fare la spesa tutte le settimane, mantenere una macchina e provvedere alle necessità della famiglia. Sono tutte questioni importanti e che a fine mese portano via una bella fetta dello stipendio, ma ce ne è anche un’altra altrettanto importante che non va certo sottovalutata. Pagare l’affitto.

Avere un tetto sopra la testa è una necessità tanto quanto quella di fare la spesa per mangiare. Ma gli affitti hanno un costo che sembra essere sempre più insostenibile, specie quando gli inquilini si vedono dimezzate le entrate o bloccate del tutto. Se qualcuno potrebbe pensare che una possibilità sarebbe quella di trasferirsi in città meno care purtroppo questa non è una soluzione. Infatti la situazione degli affitti troppo alti si è riscontrata in moltissime città italiane e soprattutto a discapito dei giovani che iniziano a crearsi un proprio futuro.

LEGGI ANCHE ->Bonus affitti, cosa cambia per i giovani: introdotto tetto massimo

Il problema degli affitti troppo alti e come risolverlo

Prendere casa in affitto
Prendere casa in affitto (Foto da Pixabay)

Non è raro che in un momento storico come quello che stiamo vivendo molti giovani, che avevano preso la decisione di andare a vivere da soli, si trovino costretti a tornare sotto il tetto paterno. Un indice che non porta certo a valutare la vita in Italia sana e volta al progresso.

Per quanto il modo migliore per arginare il problema riguarda sempre la stessa soluzione, ovvero offrire più opportunità di lavoro che perdurino nel tempo, a mettere una toppa a tutto questo ci pensa il governo. Infatti esiste il Bonus affitto che garantisce un guadagno ai proprietari delle abitazioni che trovano un compromesso con l’inquilino.

Il bonus sembra abbastanza vantaggioso per entrambe le parti, anche se non risolve il problema dell’impossibilità dei lavoratori di contare sul proprio stipendio. Nel caso in cui il proprietario decida di abbassare il prezzo di affitto il 50% del prezzo ricontrattato gli sarà versato dal bonus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Legge di Bilancio, stanziati 8 miliardi per il taglio delle tasse

Eppure, nonostante questa agevolazione a fondo perduto, i proprietari non intendono abbassare i prezzi. Allora, per chi decide di andare a vivere da solo c’è sempre un’altra possibilità ed è quella di comprare una casa. Prendere un mutuo spaventa ma è bene ricordare che per i giovani under 36 lo Stato ha disposto delle agevolazioni fiscali che permettono un risparmio sulla tassazione per l’acquisto.