Energia elettrica, l’ammontare degli aumenti spaventa: le cifre

Secondo un’analisi effettuata dalla Cgia, l’aumento dei costi per l’energia elettrica colpirà anche le imprese italiane a livello nazionale.

Contatore Luce
(cristianstorto – Adobe Stock)

L’aumento dei prezzi delle materie prime che ha fatto lievitare il costo dell’energia elettrica si è abbattuto anche sulle imprese dislocate del nostro Paese. Secondo un rapporto della Cgia (Confederazione Generale Italiana dell’Artigianato) di Mestre l’extra costo che le varie imprese del nostro Paese dovranno sostenere durante questo anno, rispetto al 2019, ammonta a quasi 36 miliardi. Cifra praticamente raddoppiatasi negli ultimi tre anni che potrebbe costringere le aziende a chiudere i propri impianti.

Energia elettrica, aumenti per le imprese italiane durante il 2022: extra costo complessivo di 36 miliardi

Euro
(martaposemuckel – Pixabay)

Dati non rincuoranti emergono dall’ultimo rapporto che la Confederazione Generale Italiana dell’Artigianato di Mestre ha pubblicato sul proprio sito. L’Ufficio degli studi della Cgia ha analizzato i possibili costi che le imprese italiane dovranno sostenere nel 2022 per l’energia elettrica confrontandolo con quelli sostenuti durante il 2019. È emerso che l’extra costo per le tariffe elettriche ammonta a circa 36 miliardi di euro, circa il doppio rispetto a tre anni fa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rincari sulle bollette della luce e gas: arriva in aiuto il bonus sociale previsto dal Governo

La Cgia ha poi stimato, si legge all’interno del comunicato, che il consumo complessivo di energia da parte delle aziende durante il 2022 sarà uguale a quello di tre anni fa. Infine, è stato calcolato anche quello che potrebbe essere il costo dell’elettricità per le aziende italiane che ammonterebbe a 150 euro per MWh. Una stima che è stata elaborata in seguito al calo sotto i 200 euro per MWh nei primi giorni di gennaio dopo che a dicembre si era arrivati a 281 euro per MWh.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bollette esplosive, come risparmiare in modo intelligente: i trucchi per pagare di meno

Spese altissime, a cui si sommano quelle sostenuto per il gas anch’esso in rialzo, per le aziende del nostro Paese che potrebbero essere costrette, almeno per un periodo di tempo, a chiudere i propri impianti produttivi. Secondo la Confederazione, però, le istituzioni prevedono una lenta ma progressiva discesa dei costi durante l’anno in corso.