200 lire, fortunati se si possiede uno di questi esemplari

Le vecchie 200 lire tornano a regalarci qualcosa di interessante con il loro valore per chi le ha conservate e possiede alcuni di questi esemplari.

Vecchio conio le Lire
Vecchio conio le Lire (foto da Pixabay)

Con l’entrata in vigore dell’euro ogni Paese ha perso un po’ della sua unicità monetaria. La lira era la valuta che rappresentava il nostro Paese e che l’ha accompagnato nella sua storia colma di crisi e rinascite. Era la moneta testimone di ogni caduta finanziaria e di ogni ripresa economica.

Dal 2002 la Lira ha perso il suo valore monetario ed è stata messa negli archivi della storia come ricordo di un tempo passato. Ma non è stato così del tutto. Infatti le monete e le banconote della Lira continuano a spuntare fuori di tanto in tanto nelle case degli italiani. Da vecchi portafogli o salvadanai dimenticati e riportano un po’ il sapore di quei tempi, e non solo.

La rarità che ormai la contraddistingue attribuisce a monete e banconote valori a volte incredibili. Per un difetto, o per l’anno di produzione alcune di queste entrano nella cerchia dei contanti ricercati. Tra queste monete troviamo le vecchie 200 lire che, per due motivi in particolare, valgono molto più di quanto ci si possa aspettare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Bollette, il governo contro i rincari: cosa farà Draghi?

Il valore delle vecchie 200 lire

200 Lire difetto al collo
200 Lire difetto nel collo (Foto dal Web)

Piccole e in bronzital le 200 lire che in molti ricordano sono quelle prodotte dal 1977 fino al 2001. Da un lato è rappresentato un volto di profilo mentre dall’altro è inciso il valore della moneta al centro di un cerchio coronato.

Tra gli esemplari più ricercati di questa moneta ci sono quelli prodotti agli esordi con la scritta “prova”. Questi, se mantenuti in condizioni ottimali, possono raggiungere valori che oscillano tra i 350 euro e gli 850 euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Decreto ristori 2022: a chi spettano, le novità per il nuovo anno

Rari sono anche gli esemplari che invece sono stati prodotti con dei difetti. Come ad esempio alcuni prodotti nel 1979 con un’assenza di capelli sulla fronte del ritratto o una sbavatura alla fine del collo che potrebbe ricordare una mezzaluna. Questi non raggiungono i valori della versione di prova ma comunque possono arrivare a valere tra i 40 e i 110 euro.