Bonus verde, perché conviene fare domanda: quando si applica

Quali sono gli aspetti relativi al Bonus verde che vanno conosciuti. In quali circostanze è possibile metterlo in pratica e cosa comporta.

Bonus verde cosa comporta
Bonus verde cosa comporta Foto dal web

Il Bonus verde è tra i provvedimenti che riguardano il 2022 e che hanno come scopo quello di incentivare i lavori per immobili di varia natura. Come è possibile evincere dal nome di questa misura, la stessa riguarda gli spazi verdi e quelli esterni.

Quindi parchi, giardini, ma anche terrazze e giardini. Il tutto è inserito nel novero della Legge di Bilancio 2022, con la possibilità di richiedere tale incentivo fino a tutto il 2024. Ed il Bonus verde viaggia di pari passo con le altre misure note in materia di sussidi in campo edilizio.

Parliamo dell’Ecobonus, del Sismabonus e del Bonus ristrutturazione per quanto riguarda le misure che non risultano interessate da alcuna modifica, a differenza del Superbonus 110% e del Bonus mobili.

Bonus verde, quali vantaggi comporta e quando si applica

Foto dal web

Il Bonus verde non richiede la cessione del credito e lo sconto in fattura, a differenza degli ultimi due. Il bonus viene erogato in qualità di detrazione fiscale, con uno sconto da applicare ratealmente in dieci tranche valide per altrettanti anni.

Si prevede la detrazione del 36% di IRPEF su quella che è la spesa totale affrontata fino ad un massimo di 5mila euro. Cosa che ci indica anche quella che è la cifra massima che è possibile ottenere da questa misura, ovvero 1800 euro.

Leggi anche: Bonus 500 euro, come si ottiene e cosa permette di acquistare

Un’altra cosa importante da sapere è che il bonus può essere utilizzato anche per più di una abitazione. Tale bonus riguarda interventi straordinari di manutenzione su piante ed arbusti, riguardo a fornitura e loro messa in opera. Risultano agevolabili le opere annoverabili in interventi per il giardino o per un’area relativa e che riguardi la sistemazione a verde da zero.

Leggi anche: ISEE 2022, istruzioni per l’uso: come si calcola autonomamente

Ed anche la sistemazione a verde di immobili, recinzioni, pertinenze, sistemi di irrigazione e realizzazione di pozzi. Inoltre rientrano nella copertura fornita dal bonus anche la realizzazione di giardini pensili, allestimenti a verde di spazi esterni come terrazzi e balconi e simili.