La moneta da 50 centesimi che potrebbe renderti ricco: la rarità che vale un tesoro

Una moneta dal valore nominale di 50 centesimi è stata coniata dalla Royal Mint (Zecca di Stato britannica) per ricordare un importantissimo avvenimento in seno al processo di conversione delle valute. Scopriamo di più

Moneta da 50 centesimi di sterlina Decimal day
Moneta da 50 centesimi di sterlina Decimal day (Foto dal web)

Il 15 febbraio 1971 ha segnato una data importantissima per la storia della valuta monetaria britannica. É, infatti, il Giorno della decimalizzazione o Decimal Day. Che cosa è accaduto?

Prima di quel momento la sterlina inglese (ma anche quella irlandese) adottava un vecchio sistema secondo cui una unità (ossia una sterlina stessa) era suddivisa in 20 scellini e, a sua volta, ogni scellino era composto da 12 vecchi pence. Quindi servivano ben 240 pence per formare una sterlina. Questo metodo era abbastanza complesso e comportava non pochi problemi con gli scambi con i paesi stranieri. In particolare, rappresentava anche un ostacolo per i turisti che erano spesso confusi dalla presenza di monete sconosciute, non riuscendo immediatamente a comprenderne le dinamiche (ad esempio, la mezza corona valeva due scellini e sei pence).

La moneta da 50 centesimi per commemorare il Decimal Day: quanto vale oggi

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Con l’avvento della Decimalizzazione anche il Regno Unito introdusse il sistema decimale. La sterlina fu mantenuta ma venne suddivisa in 100 “nuovi pence”.

La Royal Mint (ossia l’organo preposto al conio delle monete nel Regno Unito) ha prodotto una moneta da 50 pence (o centesimi) per commemorare il 50° anniversario del Decimal Day, avvenuto lo scorso anno, un grande momento nella storia del paese.

L’oggetto celebrativo è opera del designer Dominique Evans. Su una faccia sono incisi alcuni dettagli e particolari delle monete pre-decimali, tutte sovrapposte, con la data ‘1971’ stampata al centro.

Sull’altro lato, come di consueto, c’è l’immagine più recente della Regina Elisabetta II che è raffigurata in tutte le monete del Regno Unito.

La monete da 50 centesimi Decimal Day non sono state messe in circolazione e non è possibile utilizzarle per comprare qualsiasi tipo di merce.

Ne sono state lanciate sei varianti in versione limitata, solo per i collezionisti, con prezzi variabili dalle 10 (circa 12 euro) alle 2mila sterline (poco più di 2300 euro).

Rivenderle oggi agli appassionati numismatici significa guadagnare un bel gruzzoletto. Con il passare del tempo il loro valore non potrebbe far altro che aumentare.

BONIFICO BANCARIO CONSIGLIA… COME RICONOSCERE UN VINILE O UNA VHS RARI