Biliardino nei bar: scattano le multe, il motivo è sconcertante

Biliardino nel mirino, scattano sanzioni salate per chi non rispetta la legge: bar, locali e associazioni no profit in difficoltà. 

biliardino multe legge
biliardino (Instagram)

Non c’è scampo per i bari e locali che negli ultimi giorni si sono ritrovati ad affrontare una situazione senza precedenti. Si tratta della questione riguardante il biliardino, le freccette e il flipper. I giochi sono finiti al centro del mirino ed ora rischiano di estinguersi.

E’ entrata in vigore una legge che impone di dover denunciarli all’Agenzia delle dogane qualora siano presenti nei locali, nelle stesse modalità delle slot machine ma con una differenza: non portano nessun guadagno ai gestori.

Biliardino nei bar, i dettagli sulla legge

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Nella determinazione direttoriale 151294/RU del 18 maggio 2021 si legge che saranno sottoposti a certificazione onerosa giochi come:

  • calciobalilla
  • carambole
  • biliardi
  • flipper
  • freccette
  • dondolanti per bambini senza vincita (a gettone)

I gestori dovranno possedere certificazioni e autorizzazioni. Tutti gli apparecchi senza vincita in denaro saranno sottoposti a tali richieste:

  • omologa certificazione,
  • titoli autorizzatori,
  • Soggetti al pagamento dell’Imposta sugli intrattenimenti (ISI)

La Senatrice Paola Binetti denuncia: ”Con questa norma invece di colpire il gioco d’azzardo o il gioco illegale si va a colpire il gioco di puro intrattenimento, disincentivando ulteriormente questa attività ludica, sana e di aggregazione sia per i giovani che per i meno giovani; e di conseguenza si vanno a colpire migliaia di attività che si vedranno costrette ad abbandonare questo settore”.

Le multe salate sono già arrivate

Secondo quanto si legge sul sito dell’Ansa: “Tutti sono tenuti a denunciare all’agenzia delle Dogane calcio-balilla, ping pong e flipper, anche se gratuiti, e si deve attendere l’autorizzazione per metterlo in esercizio”. 

Per ogni biliardino non denunciato la sanzione è di 4000 euro e in alcune regioni italiane sono già arrivate, stiamo parlando di Puglia e Piemonte. In Toscana, invece, nella maggior parte dei locali sono già spariti questi giochi.

“La legge è del 2003 ma l’interpretazione estensiva anche al calcio balilla e a tutti i giochi senza vincite in denaro è del 2021 con entrata in vigore a giugno 2022, cioè queste segnalazioni andavano fatte entro il 15 giugno 2022. Così il biliardino è come il videopoker: non ho parole, altro che semplificazioni burocratiche e fiscali. Siamo alla vessazione, siamo all’assurdo”. Ha spiegato all’Ansa Antonio Capacchione presidente di Sib, Sindacato Italiano Balneari aderente a FIPE/Confcommercio che riunisce 10mila stabilimenti balneari.

La situazione sta degenerando e i cittadini non sanno come risolvere, per l’ennesima volta si rivolgono allo Stato senza però ottenere, almeno per il momento, una soluzione.