Bonus 200 Euro, ecco come scaricare il modulo di autocertificazione

Cosa bisogna fare per ottenere il Bonus 200 euro che il Governo e l’INPS concedono a partire tra poco. Tutte le novità importanti da sapere.

Delle banconote in euro
Delle banconote in euro (Freepik)

Bonus 200 euro, è partita la piattaforma che serve per fare domanda. Il tutto ha assunto via ufficiale e ci sono categorie di lavoratori oppure di cittadini che percepiscono la pensione alle quali questa cosa è di grande interesse.

L’INPS, che presiede l’erogazione del Bonus 200 euro, ha pubblicato il modulo del fac-simile per la autodichiarazione che in alcuni casi è necessaria per potere mettere in chiaro alcuni aspetti come il non percepire nessun tipo di aiuto di altre forme.

Ed unitamente a ciò, come detto, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha anche fatto partire la piattaforma relativa che occorre visitare per potere poi inoltrare la domanda. Basta andare sul sito web ufficiale dell’Ente e cercare l’apposita sezione che fa riferimento al Bonus 200 euro.

Questa autocertificazione è richiesta in particolare per chi ha un lavoro da dipendente e deve dimostrare al proprio datore di lavoro di non stare usufruendo di altre prestazioni di sostegno come ad esempio il Reddito di cittadinanza, pensioni o sussidi di qualsiasi altra natura.

Bonus 200 euro, chi deve compilare l’autocertificazione

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

I 200 euro in questione non spettano nel caso si sia titolari di forme previdenziali obbligatorie o di pensione, assegno sociale, di invalidi civili, per condizioni gravi di cecità o sordità, accompagnamento alla pensione ed altro, con data a decorrere entro il 30 giugno di quest’anno.

Ed anche se si ha pure un solo componente del nucleo familiare che percepisce il Reddito di cittadinanza, verrà meno il diritto ad ottenere i 200 euro.

Qui sono presenti tutte le altre informazioni che bisogna conoscere in materia del bonus relativo. In particolare è possibile apprendere a quali categorie di cittadini e di lavoratori toccherà ottenere i soldi erogati dall’INPS già a luglio e chi invece li otterrà solamente ad autunno inoltrato.