Aumento della pensione fino a 655 euro: basta bonifico in banca o alla posta

L’aumento della pensione che avrà luogo a luglio riguarda diverse situazioni. Cosa occorre sapere per avere il portafogli ingrossato.

Delle banconote di grosso taglio
Delle banconote di grosso taglio (Pixabay)

Aumento della pensione, c’è un surplus noto a tutti che avviene nel mese di luglio e che è inquadrabile nel novero della classica quattordicesima. Nel 2022 l’importo legato alla stessa è alquanto cospicuo, dal momento che è inquadrata nella cifra di 200 euro.

La cosa è prevista dal decreto legge numero 50 del 2022. Per quanto riguarda il discorso che lega la stessa all’aumento della pensione – in questo mese oppure a dicembre a seconda delle situazioni – il surplus è riservato a tutti coloro che rispettino un paletto ben preciso.

I beneficiari devono essere titolari di una pensione e che abbiano un reddito che sia di massimo una volta e mezza il trattamento minimo corrisposto annualmente da parte del Fondo pensioni lavoratori dipendenti fino al 2016. Oppure anche avere un trattamento minimo pari a massimo due volte quanto ottenuto dal Fondo lavoratori dipendenti dal 2017.

Aumento della pensione, c’è anche la reversibilità

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

E poi vige anche l’obbligo dei 64 anni di età come minimo. Cosa che deve maturare al 31 luglio, per potere avere l’aumento della pensione già in questo mese. Per i nati da agosto in poi invece la maggiorazione della quattordicesima verrà erogata direttamente a dicembre, per cui occorrerà aspettare.

È bene ricordare come la quattordicesima sia perfettamente compatibile anche con la pensione di reversibilità. Riguardo alla reversibilità c’è un ulteriore aumento della pensione, con alcune vedove che otterranno più di 600 euro senza dovere inoltrare alcuna richiesta. Questo spetterà a chi ha la reversibilità o la pensione indiretta.

Ad ogni modo l’INPS ci tiene a precisare che è sempre bene controllare la effettiva avvenuta erogazione della cifra dovuta. Potrebbe avvenire, per un motivo o per un altro, che non tutto quanto messo in preventivato possa avere luogo. In tal caso occorre inoltrare istanza all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale e rendere nota la cosa.

Questa domanda si compila online visitando il sito web ufficiale dell’INPS ed entrando nell’area apposita, dopo avere compiuto l’accesso mediante le proprie credenziali personali SPID, di Carta di Identità Elettronica e di Carta Nazionale dei Servizi. A questo scopo torna utile anche chiedere il consulto di un Patronato CAF oppure di un commercialista.