Occhio ai bonifici online: l’errore è dietro l’angolo

I bonifici online sono diffusi perché molto comodi, fanno risparmiare tempo e denaro ma bisogna prestare molta attenzione

Bonifico bancario
Foto Instagram

Oramai tutti abbiamo in tasca una carta di credito o di debito (clicca qui per capire qual è la differenza). Anche chi purtroppo non lavora in modo fisso, ha bisogno di una conto, che sia anche per ricevere l’accredito di disoccupazione, il Reddito di cittadinanza o per fare acquisti online.

Il bonifico è indispensabile per il trasferimento di soldi: è sicuro, tracciabile e quindi contestabile, perfettamente legale e veloce. Ma bisogna prestare comunque molta attenzione quando viene effettuato. Stiamo parlando comunque di uno strumento elettronico e quindi potrebbero sorgere sempre dei problemi.

Bonifici online, cosa controllare

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Se i soldi non arrivano, i motivi possono essere due: o chi doveva inviare i soldi non l’ha fatto oppure c’è stato un errore della banca. Se chi ha effettuato il bonifico può provare che davvero l’ha realizzato ma sul conto del ricevente non risulta nulla, si può chiedere un rimborso direttamente alla banca.

Come stabilito dalla Corte Suprema di Cassazione in una sentenza del 13 settembre 2021 in un caso di un cliente che non aveva ricevuto i soldi, la banca è stata condannata a risarcirlo di 5mila euro. Soldi dovuti anche per lo stress provocato a causa dell’errore commesso dall’istituto.

Attenzione all’istantaneo

In generale bisogna comunque controllare bene quando si fa partire un bonifico. Tutti i dati devono essere regolari, il nome e il cognome del beneficiario, l’Iban e la causale. Maggiore accortenza quando si effettua un tipo specifico di bonifico, quello istantaneo.

Come dice il nome stesso, la transazione avviene immediatamente e non trascorre il tempo ordinario di 24 o 48 ore. L’aspetto negativo è che non si può annullare, per questo bisogna controllare bene l’Iban altrimenti si rischia di inviare i soldi a un’altra persona.

Non a caso è il sistema di trasferimento di soldi preferito dai truffatori. Quando ci giunge una richiesta di bonifico e chi deve avere i soldi dice di usare l’istantaneo, consideriamo bene quanto sta accadendo. Si usa il classico metodo della telefonata con la voce imitata di un figlio o un nipote che dice di avere immeditato bisogno di soldi. Prima di procedere, assicuriamoci che le cose stanno davvero così perché poi sarà difficilissimo recuperare i soldi.