Prepagata senza conto corrente: la carta più conveniente oggi

Prepagata senza conto corrente d’appoggio: una buona soluzione per risparmiare sul canone e i costi di gestione

Prepagata senza conto
Pixabay

Oggi tutti abbiamo necessità di avere una tasca un carta per ricevere bonifici e effettuare pagamenti non in contanti, ma ciò non significa avere per forza bisogno di un conto corrente. Esistono infatti carte prepagata con possono sostituire il conto corrente poiché nel quotidiano hanno la stessa operatività e molti vantaggi.

I vantaggi principali sono ovviamente economici, zero spese e qualora dovessero esserci dei costi sono molto bassi. In più sono ricaricabili. Sono queste le caratterischiche le rendono la carta molto comoda e diffusa.

Ma nella pratica, quali sono le operazioni che si possono svolgere? È possibile accreditare lo stipendio o la pensione e fare bonifici, sia in entrata che in uscita. È possibile pagare le bollette ed effettuare previeli dagli sportelli ATM.

Ma come con i conti correnti, vediamo quali sono i più convenienti. SOStariffe.it ha stilato la classifica delle tre migliori offerte per chi ha intezione di attivare una carta del genere.

Prepagata senza conto corrente, la classifica

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Le più diffuse appartengono ai circuiti Visa e MasterCard. La prima della classifica stilata è la carta prepagata Maxi di Banca Widiba. Le caratteristiche principali sono: canone annuale gratuito, le ricariche avvengono online senza commissioni e 10.000 euro è il limite di spesa massima giornaliera mentre 1.000 è il prelievo giornaliero.

Segue la carta prepagata Tinaba di Banca Profilo che ha canone annuale gratuito, nessun costo per le commissioni, 250 euro di fido mensile e stessa cifra per il prelievo giornaliero, collegamenti ad Apple Pay, FitBit Pay, Garmin Pay, Google Pay, Samsung Pay, Swatch Pay.

Infine carta prepagata BNL-BNP PARIBAS: i costi complessivi sono di 20 euro, comprensivo di emissione e prima ricarica. Sulla carta è possibile effettuare una ricarica di 5mila euro e prelievi a sportello ATM di BNL gratuiti mentre presso altri il costo è di 2 euro. 1 euro invece per ogni ricarica collegamenti ai wallet di Apple Pay, Samsung Pay, Garmin Pay e Fitbit Pay.