Non solo monete: questa bottiglia di whisky vale un vero tesoro

Incredibile ma vero: scovata una bottiglia di whisky che è stata venduta per una cifra davvero esorbitante e non alla portata di tutti.

bottiglie whisky raro
(foto pubblico dominio)

Il mercato della numismatica ci ha abituato a delle quotazioni davvero straordinarie. Ma queste sembrano davvero pochi spiccioli rispetto a quanto emerge da altre mode legate al collezionismo. In particolare, i superalcolici da collezione possono avere delle valutazioni che fanno molta impressione. Prendiamo ad esempio i whisky rari e d’epoca, una sola bottiglia può valere lo stipendio annuale di una star del calcio. Di recente, per una sola botte è stato speso più del doppio di quanto LVMH Glenmorangie ha pagato per Ardbeg e tutte le sue azioni nel 1997.

Quanto può arrivare a costare una bottiglia di whisky?

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Ironia della sorte, il whisky in questione sarebbe stato prodotto da Ardbeg una cinquantina di anni fa, precisamente nel 1975. La botte battuta all’asta non solo ha superato ogni record per il costo di una singola botte. Addirittura vale circa 15 volte tanto la precedente quotazione. Davvero numeri impressionanti per questo mercato che sta attraendo sempre più consumatori. Per intenderci, la botte della quale stiamo parlando è stata venduta di recente per 16 milioni di sterline. Quasi 20 milioni di euro.

Ad accaparrarsela, un collezionista in Asia che ora sorseggerà questo preziosissimo whisky: in pratica, per i prossimi cinque anni, 88 bottiglie, ciascuna del valore di oltre 35mila sterline, verranno estratte dalla botte ogni anno e spedite in Asia. Quella cifra di 16 milioni di sterline è ben al di sopra del record precedente di un milione di sterline per una botte, quando un Macallan del 1988 è stato venduto a un acquirente americano. Eravamo solo ad aprile di quest’anno e quella cifra sembra ormai un lontano ricordo.

Possiamo solo presumere che l’acquirente berrà o regalerà le bottiglie: a tutti appare infatti evidente che una spesa del genere non sia assolutamente alla portata della maggior parte delle persone. Visti i rincari da record intorno a questa botte sembra improbabile che quelle bottiglie possano essere riacquistate. Quello del whisky è in generale un mercato in crescita: dal 2020, il mercato degli investimenti si è “espanso considerevolmente”. L’indice BC20 Whisky Cask, che traccia e raccoglie i valori di 20 botti di distillerie assortite in tutta la Scozia, è aumentato del 14,4% lo scorso anno. Numeri che fanno ubriacare ancora prima di sorseggiare un bicchiere del distillato.