Bonus vacanza, come spenderlo e quando: scopri cosa fare

Bonus vacanza, l’agevolazione è diversa rispetto a quando è stata introdotta la prima volta: cosa cambia adesso

bonus vacanza
Pixabay

Da quest’anno il bonus vacanza è cambiato. Tra ristoranti e alloggio, come si può spendere? alberghi? Con il governo Conte c’era il beneficio di 500 euro per le famiglie con un Isee inferiore ai 40mila euro e non è stato confermato dall’esecutivo guidato da Mario Draghi.

Sono previste nuove modalità e la platea dei beneficiari è adesso più limitata. Vediamo chi può usufruirne. Il bonus vacanza 2022 spetta solo a determinate categorie di persone e devono essere in possesso di alcuni requisiti.

Sono tre i bandi pubblicati dall’Inps rivolti ad altrettante diverse categorie di persone: studenti, insegnanti e pensionati. Scendiamo nei particolari e vediamo come si ha accesso al bonus.

Bonus vacanza, come funziona

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

L’agevolazione non è rivolta solo agli italiani ma anche ai cittadini stranieri che sono regolarmente residenti in Italia. Può essere speso per prenotazioni di alberghi, resort, campeggi e tante struttire ricettive, recidence, pensioni e b&b, ostelli e tutte le strutture che partecipano all’iniziativa.

Ovviamente si consiglia di assicurarsi con precisione che il luogo scelto per l’alloggio abbia aderito. Abbiamo letto che il bonus può essere usato anche per spiagge e ristoranti, ma bisogna precisare che è valido solo per quelle all’interno della struttura ricettiva e non un singolo lido che aderisce all’iniziativa.

Dunque se si alloggia in un hotel e di sera si vuole andare a cena fuori in un ristorante, non si può usufruire del bonus.

Chi non rientra nelle suddette categorie, può dare un’occhiata al bandi della regione di residenza perché alcune hanno promosso iniziative simili. Per fare un esempio, il Piemonte e il Friuli-Venezia Giulia hanno avviato misure simili ma che variano di importi e di funzionamento.

Altre opportunità le offere anche la Regione Lazio che eroga un rimborso per chi decide di fare le vacanze all’interno dei confini regionali. Un modo per aiutare il settore turistico locale dopo gli anni difficili della pandemia.

Chi non rientra nei bonus per risparmiare può sempre provare a cercare qualche offerte last-minute che a volte possono essere molto più convenienti delle prenotazioni fatte in largo anticipo.