WhatsApp Beta, grandi novità per la privacy: cosa cambia con l’aggiornamento

WhatsApp Beta, novità annunciate già da tempo e attese da molti utenti che finalmente possono tutelarsi di più

WhatsApp beta
Foto web

Arriva un nuovo aggiornamento per la versione Beta di WhatsApp. Si tratta della 2.22.20.9. Una novità importante riguarda la privacy, tema sempre molto a cuore degli utenti che utilizzano l’app in tutto il mondo (oltre 2 miliardi di persone). Dove però non è stata installata la Beta più recente, non è assicurato che la versione sia disponibili.

Nelle ultime settimane WhatsApp ha fatto parlare molto di sé per le diverse novità che la coinvolgono per la versione stabile sia nuove funzioni in test a partire dalla beta dell’app. C’è stato il debutto delle comunità, poi la scorciatoia per accedere alle chat archiviate, ma anche (finalmente) il trasferimento delle chat da Android ad iOS. Infine le chiamate vocali sui nuovi Samsung Galaxy Watch5 e le possibilità che hanno ora gli amministratori, dotati di più potere rispetto a prima.

WhatsApp è al lavoro anche su funzioni relative alla visibilità del numero di telefono e ai messaggi che scompaiono e quelli inviati che si possono modificare. Vediamo però ora in particolare cos’è la novità che riguarda la privacy.

Si tratta della possibilità di nascondere lo stato online mentre si utilizza l’app. È da un po’ che si parla di ciò, già da prima dell’estate. Un mese fa lo aveva fatto anche lo stesso Mark Zuckerberg.

WhatsApp Beta, nascondersi online

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Ora, dopo una lunga attesa, la nuova opzione è disponibile per alcuni fortunati beta tester con l’ultima versione dell’app. Lo mostra lo screenshot riportato di seguito che compare aprendo le Impostazioni dell’app, sezione Account poi Privacy. Si trova scritto “Ultimo accesso e online” poi Chi può vedere il mio ultimo accesso: la novità è la scritta “Chi può vedere quando sono online“.

Screen tuttoandroid.net

Le opzioni disponibili sono due, Tutti e Identico a ultimo accesso. La novità è attualmente in fase di roll out per un numero ancora ristretto di beta tester. Ma per essere disponibili per tutti non dovrebbe passare molto tempo.