Assicurazioni RC Auto: quali convengono di più

Assicurazioni RC Auto, come fare per risparmiare e secondo gli ultimi dati dove costano di più le polizze: i numeri

Pexels

Tra i rincari ci sono anche i costi delle assicurazioni. Crescono anche a causa dell’aumento della circolazione dei veicoli e di conseguenza degli incidenti rispetto ai tempi delle restrizioni Covid quando era più difficile muoversi.

Per risparmiare bisogna attuare dei piccoli accorgimenti come controllare le offerte attraverso i comparatori online al momento dei rinnovo, senza fermarsi al primo preventivo. Secondo l’Osservatorio di Facile.it (su un campione di oltre 9,1 milioni di preventivi e relative quotazioni raccolti da Facile.it nel corso dell’ultimo anno), a luglio 2022 per assicurare un’auto sono necessari in media 463,63 euro, l’8,6% in più rispetto all’inizio dell’anno.

Assicurazioni RC Auto, tanti gli aumenti

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

L’incremento riguarda tutta Italia anche se in misure differenti. La regione con rincari più consistenti è la Puglia dove a luglio sono stati registrati rincari del 9,4% rispetto a gennaio 2022. Segue poi la Liguria con + 9,1% e le Marche +8,9%. In assoluto la Campania è la regione dove si paga di più: la media per assicurare un mezzo a quattro ruote è di circa 834,26 euro, addirittura il il 79,9% in più rispetto alla media nazionale.

Sempre nella classifica generale (quindi senza tenere conto dei rincari rilevati a luglio) al secondo posto c’è la Calabria seguita dalla Puglia. Al contrario, dove costa di mene l’RC auto? In Friuli-Venezia Giulia (media di 312,13 euro), seguo il Trentino-Alto Adige (349,26 euro) e la Lombardia (premio medio a 354,52 euro).

Per quanto riguarda le garanzie accessorie, il 40,5% degli automobilisti ha scelto l’assistenza stradale. Questo dato va letto in riferimento al fatto che il parco auto è più vecchio. In pratica meno persone coprano mezzi nuovi.

Secondo i dati dell’ultimo Osservatorio di Segugio.it, con la comparazione sulla propria polizza Rc auto si può risparmiare fino al 25% nel 3,5% dei casi, tra il 25% e il 50% nel 62,2% dei casi, oltre il 50% nel 34,3% dei casi.

Come risparmiare

Un’opzione può essere poi la scatola nera: alcune polizze prevedono una riduzione del premio se l’assicurato accetta l’installazione. Lo strumento è in grado di registrare la posizione e la velocità e di ricostruire la dinamica di un incidente, un modo efficace per contrastare le frodi. Inoltre con i sistemi di rilevazione chilometrica delle percorrenze, permette di accedere alle offerte di assicurazione auto a consumo.

Segugio.it, prendendo in considerazione i preventivi del primo trimestre 2022, evidenzia che le offerte con scatola nera. È emerso che convengono di più al Sud Italia e ovviamente nelle regioni che sono le più care, Campania e Calabria.  sono più convenienti nel sud Italia, in particolare in Campania e Calabria.

Altro elemento da considerare per risparmiare sono la formula di guida, un’opzione che viene richiesta dalle compagnie per conoscere chi guiderà il veicolo. Un modo per calcolare il premio in base al rischio ipotizzato e scegliere le coperture aggiuntive (come l’assicurazione furto, la garanzia cristalli, la tutela legale, quella a protezione dagli eventi naturali e dagli atti vandalici).