Dispositivo sconosciuto, Google violato: come capire se è vero

Dispositivo sconosciuto, accesso sul proprio account Google: come fare per proteggersi ed eliminare il pericolo

Pixabay

Se qualcuno dovesse accedere al proprio account Google si correrebbe una serie di rischi. Oggi sui dispositivi digitali abbiamo tutta la nostra vita, dal lavoro agli affetti e dunque significherebbe ficcare il naso nei nostri affari. Vediamo come individuare le attività sospette e come fare per difendersi.

Innanzitutto spieghiamo che un account Google corrisponde a un vero e proprio spazio di archiviazione online dove possiamo mettere tutti i tipi di file. Se c’è il sospetto che ci sia stato un tentativo di accesso da parte di terzi, si può effettuare un controllo degli accessi attraverso una semplice procedura di Google.

Al gigante dell’informatica tutti i giorni affidiamo dati a volte senza neanche accorgercene. Foto, video, indirizzi email, numeri di telefono che salviamo in rubrica, ma anche i luoghi che frequentiamo se sullo smartphone abbiamo abilitato la geolocalizzazione.

Innegabilmente tutto ciò semplifica la nostra vita ma il prezzo da pagare per avere in cambio questi servizi gratuitamente, o quasi, è che dietro l’angolo c’è il rischio di violazione della privacy e soprattutto che questi dati possano finire in mani sbagliate.

Dispositivo sconosciuto, se si tenta la violazione Google ci avvisa

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Se qualcuno dovesse provare ad accedere all’account, Google invia una mail di avviso all’utente se l’attività è sospetta. Succede anche quando si cambia smartphone o si entra da un pc diverso da quello abituale. In questo caso si sa che siamo noi che siamo entrati e dunque basta ignorare l’email.

Il discorso è invece diverso quando i dispositivi di accesso sono sempre gli stessi e improvvisamente riceviamo questa email. Google con una lista di tutti i dispositivi che hanno effettuato l’accesso al profilo indica anche data, ora e una serie di dettagli sull’attività svolta.

Come proteggerci

Ma come è possibile risalire ai dispositivi connessi al nostro account? Il modo più semplice è collegarsi dal proprio account e digitare google.com/devices. Oppure, sempre dal proprio Account Google, accedere alla sezione Sicurezza e nel riquadro I tuoi dispositivi e selezionare Gestisci tutti i dispositivi.

Così si mostreranno i device attivi in ordine cronologico. Entrando poi in scheda è possibile consultare una serie di informazioni come località di connessione, data di primo accesso, il browser utilizzato e le sessioni attive. Se nell’elenco fosse presente un dispositivo sconosciuto è necessario sganciarlo dal proprio profilo: in questo modo ci sarà l’avviso quando ignoti tenteranno nuovamente l’accesso. Ma come fare? È molto semplice, basta cliccare sul menù contestuale in alto a destra e selezionare Esci. In alternativa, entrare nella scheda relativa al dispositivo e cliccare sul pulsante che consente la disconnessione.