Quello che succede a Poste Italiane scatena le proteste

Andare alle poste significa affrontare file e, a volte, scomodi disservizi. Quando gli uffici sono aperti solo di mattina è ancora peggio.

Ufficio postale chiuso pomeriggio proteste Lega
(Adobe)

Recarsi in un ufficio postale ci permette di svolgere numerose operazioni quotidiane, ma non sempre ciò avviene senza intoppi. Non contando le lunghe file da fare per poter accedere a uno sportello, a volte dobbiamo fare i conti anche con una serie di disservizi. Ciò comporta perdita di tempo e difficoltà di gestione in cose che invece dovrebbero andar lisce.

Un modo per ovviare a tali problemi può essere quello di far ricorso ai nuovi servizi telematici messi a disposizione dei cittadini tramite le App o i servizi internet. Ma in questo caso bisogna tenere presente che non tutti hanno dimestichezza con la tecnologia e soprattutto le persone anziane potrebbero trovarsi impossibilitate a ricorrere a queste alternative. Ma non solo, perché in alcuni casi all’ufficio postale diventa proprio impossibile andare, come è stato denunciato in questa località in provincia di Lucca: Torre del Lago.

La Lega protesta contro l’ufficio postale a regime di mezzo servizio

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Torre del Lago conta all’incirca 10mila abitanti e un solo ufficio postale. Ma non solo: l’ufficio della cittadina, ormai da mesi, lavora con regime di mezzo servizio. Vale a dire che è aperto solo di mattina. Il disservizio creato per i cittadini è così notevole che i consiglieri comunali della Lega Alberto Pardini e Walter Ferrari hanno deciso di intervenire sulla questione.

A dicembre dell’anno scorso chiedemmo informazioni a Poste Italiane relativamente al ritorno alla piena operatività dell’Ufficio e ci venne risposto che la riduzione dell’orario era temporanea“, ha affermato il consigliere. Ciò a causa della situazione sanitaria nazionale. Ad oggi, però, la situazione è invariata: a differenza di tutti gli altri uffici pubblici, quello postale di Torre del lago continua a lavorare solo di mattina.

La situazione è stata definita indegna e discriminante dai due consiglieri, in seguito alle numerose segnalazioni ricevute dai cittadini. Per questa ragione i due hanno intenzione di presentare un atto in Consiglio comunale. Affinché anche il sindaco e l’Amministrazione si adoperino nei confronti di Poste Italiane per la riapertura pomeridiana dell’ufficio”.