Non solo bollette: batosta sulle tariffe telefoniche

La situazione era già preoccupante così com’era. Tuttavia, purtroppo, i consumatori dovranno fare i conti con altri rincari.

batosta tariffe telefoniche
Smartphone (Pexels)

Sappiamo bene che, in questi ultimi mesi, ci sono stati dei forti rincari che hanno necessariamente abbassato il tenore di vita di numerose famiglie italiane.

D’altra parte, non è un momento facile per molti, e, come abbiamo visto, il Governo, sia attuale che quello precedente, ha voluto dare perlomeno una mano a chi possiede una certa soglia di reddito.

Insomma, gli incentivi sono già arrivati per alcune categorie di cittadini, e altri è probabile che arriveranno tra breve.

I prodotti che hanno conosciuto un innalzamento di prezzi, peraltro, sono i più svariati. In effetti, lo si può sicuramente notare quando si fa un giro nei negozi di alimentari. Ma, poi, ancora, non se la sono vista bene nemmeno gli automobilisti a causa del caro benzina.

E, per di più, ciò che sta preoccupando sono assolutamente le bollette, dato che i costi delle utenze sono diventate in men che non si dica una sorta di spauracchio.

Infatti, con il sopraggiungere delle giornate fredde, probabilmente, i consumi saranno di certo più elevati, anche se, forse, in tanti, cercheranno, in qualche modo, di risparmiare il più possibile.

Comunque sia, purtroppo, non si limitano qui gli aumenti. Anzi, secondo alcune fonti, pare proprio che ci metteranno del loro persino i gestori telefonici. A riportare la notizia, in particolar modo, è stata la nota associazione Codacons.

I rincari dei gestori telefonici

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Così, stando a quanto viene riferito, sembrerebbe che non tarderanno nemmeno le tariffe della telefonia a raggiungere prezzi più alti.

Carlo Rienzi, nonchè presidente del già menzionanto Codacons, però, non ci sta, e vede con malizia questi incrementi, al di là dell’allarmante situazione economica in sé.

Insomma, vediamo nel dettaglio quali potrebbero essere i cambiamenti. Per esempio, WindTre avrebbe deciso, per la rete fissa, fino a 5,99 euro di maggiorazione a livello mensile.

Anche Vodafone non sarà da meno, aumentando i costi di certe offere di Rete Sicura Mobile fino quasi all’incirca 1 euro in più mese, e Fastweb proporrà nuove tariffe di rete mobile con un rincaro che potrebbe raggiungere persino i 3 euro.

Comuqnue sia, TIM ha pensato di posticipare l’occasione di recesso fino al prossimo 30 novembre per tutti gli utenti che, al momento, hanno avuto sull’offerta ricaricabile un aumento di circa 2 euro al mese.