Sai come si calcola la pensione netta? Ecco cosa fare

Quando leggiamo di compensi e cifre lorde per stipendi e pensioni spesso ci viene da chiederci: ma come si calcola la pensione netta? Ecco come.

Come calcolare pensione netta tassa Irpef
(Adobe)

Quando si parla di cifre lorde non tutti sanno bene come calcolare il netto, vale a dire il valore effettivo di cui possiamo entrare in possesso quando si parla di stipendio o pensione. Per calcolare la pensione netta, ad esempio, bisogna sapere quali cifre detrarre e quali aggiungere. Bisogna sottrarre l’Irpef, aggiungere il bonus Irpef, cioè il vecchio bonus Renzi. Poi considerare le addizionali comunali e regionali, infine aggiungere le detrazioni spettanti.

Detta in questo modo, però, la situazione non è molto chiara: spesso infatti non è detto che le persone sappiano cosa significano termini quali Irpef, addizionali e via dicendo. A livello pratico si può dire che l’Irpef è una tassa da versare allo Stato secondo percentuali che variano in base al reddito.

Come calcolare la pensione netta in base alle tasse

Nel dettaglio si può dunque affermare che in base alle fasce di reddito (che ad oggi sono 4), il contributo Irpef da versare è così suddiviso:

  • fino a 15mila euro di reddito, 23%;
  • da 15mila a 28mila euro, 25%;
  • da 28mila a 50mila, 35%;
  • oltre i 50mila, 43%.

A tal proposito, però, bisogna aggiungere che il governo Meloni ha avanzato la proposta di portare le fasce da 4 a 3, fondendo insieme la seconda e terza fascia con un contributo del 27% e conservando la più bassa e la più alta inalterate.

Quando si passa al calcolo della pensione netta, inoltre, bisogna considerare che la tassazione Irpef non si applica a tutta la cifra lorda, ma secondo la modalità seguente. Prendiamo ad esempio una pensione lorda che ammonti a 60mila euro, la tassazione sarà del 23% sui primi 15mila euro; 25% sui successivi 13mila, 35% per i successivi 22mila euro e infine del 43% per gli ultimi 10mila euro.

LEGGI ANCHE -> Affari a gonfie vele: 2000 euro di bonus e vacanze pagate alle Seychelles

LEGGI ANCHE -> Bonus di Natale, che sorpresa in busta paga!

Ne consegue che di 60mila euro, circa 18.700 saranno tasse Irpef da versare allo Stato. A ciò vanno aggiunte un’addizionale regionale e una comunale. Ma c’è anche una buona notizia: vi sono delle detrazioni pensate ad esempio per i redditi inferiori a 8.500 euro, che non pagheranno alcuna tassa. I redditi più alti, a scalare, beneficeranno della stessa detrazione ma in percentuale minore.