Libretti Postali dormienti: l’ultimatum di Poste Italiane

Si tratta di un avviso molto importante a cui devono, per forza di cose, prestare attenzione certi utenti in particolare.

Libretti Postali dormienti poste
Poste Italiane (Adobe) – Bonificobancario.it

Poste Italiane, nel corso del tempo, come la stragrande maggioranza ha potuto notare, ha davvero aggiunto diversi servizi, anche quelli che in precedenza erano esclusi di un tradizionale istituto di credito.

Al contrario, invece, al giorno d’oggi, gli utenti possono effettuare diverse operazioni e usufruire di carte prepagate e di debito molto utili nella quotidianità.

Prima di tutto, quindi, da un bel po’ di tempo a questa parte, è possibile aprire un conto corrente che, per certi versi, per qualcuno potrebbe essere più vantaggioso rispetto ad altri di una classica banca.

Anche se, è bene sottolinearlo, tutto dipende da caso a caso, e anche le filiali bancarie, oramai hanno sicuramente una vasta scelta che potrebbe andare a genio a numerosi utenti.

Ma tant’è, oltre a questo, Poste Italiane, da molti anni, ha anche istituito il cosiddetto Libretto postale. Ma di che cosa si tratta esattamente?

Beh, in realtà può essere utile per tutti coloro che hanno bisogno di una sorta di salvadanaio dove depositarei propri risparmi senza avere il timore di perderli.

Gli altri dettagli

Tuttavia, fino a qualche anno fa, tale Libretto era in formato cartaceo, invece, da un po’ di tempo in qua, è disponibile soltanto come carta. Anche se ciò, poco importa, anzi, a voler guardare, potrebbe essere stato un cambiamento comodo.

Di recente, però, Poste Italiane ha voluto dare un ultimatum proprio a coloro che dispongono di un Libretto postale considerato dormiente.

Il che sta a significare che questo strumento di risparmio non è stato movimentato da oltre una decina di anni e che possiede almeno una somma di 100 euro.

Insomma, i titolari che hanno un Libretto in tali condizioni, potrebbero rischiarne l’estinzione. Bisogna, dunque, che un utente cerchi di capire se si trova in questa situazione entro il prossimo 2 aprile.

LEGGI ANCHE –> Bonifico: c’è un modo per sapere se stai per riceverlo

LEGGI ANCHE –> Buone notizie sul bonus psicologo: ci sono 1500 euro

Ciò proprio per evitare che il Libretto, dopo questa data, venga definitivamente chiuso e che il denaro depositato all’interno dello stesso venga successivamente devoluto al Fondo programmato dalla Finanziaria 2006.