Bonifico da 50mila euro al mese: “Ecco cosa devo fare…” – FOTO

Un bonifico da 50mila euro al mese grazie al suo lavoro sul sito Onlyfans: “Ecco cosa devo fare…”, le foto di una giovane donna.

Bonny Lang (Instagram) – BonificoBancario.it

Quanti di noi hanno problemi mensili legati al carovita? Ne sa qualcosa Bonny Tagesbrief, una ragazza tedesca di 26 anni, che per guadagnarsi la sua indipendenza ha dovuto fare i conti con le bollette mensili. Non solo: i generi alimentari stavano diventando sempre più cari ogni settimana a causa dell’inflazione e l’affitto era troppo alto.

Per tale ragione, pur di sopravvivere bisogna scendere a compromessi e quello di delinquere non è molto piacevole, oltre a comportare dei rischi. Così un’alternativa per unire l’utile al dilettevole era quella di creazione di contenuti per adulti su piattaforme come OnlyFans. La ragazza non ci ha pensato due volte e si è dato anche un nome d’arte, quello di Bonny Lang.

Il caso Bonny Lang: 50mila euro di bonifico al mese, “molti vogliono un giudizio sul c***o”

Bonny Lang (Instagram) – BonificoBancario.it

Negli ultimi mesi, ha spiegato la ragazza che ha solo 26 anni ma un conto in banca di tutto rispetto, guadagna dai 50.000 ai 70.000 euro al mese per 4-8 ore di lavoro al giorno. Incredibile, ma vero, è lei stessa a raccontare all’edizione tedesca di Vice.com quali sono i vantaggi e gli svantaggi di una professione che tiene a distinguere sia dalla pornografia che dalla prostituzione.

Anche perché spesso lei non deve nemmeno mostrarsi come mamma l’ha fatta, anzi un buon 10% dei suoi clienti ha una richiesta molto particolare. Si chiama Dick rating ed è una tendenza che sta facendo guadagnare a molte ragazze che scelgono di confrontarsi col mondo di OnlyFans un sacco di soldi. Sostanzialmente – spiega Bonny Lang – “vogliono che valuti il ​​loro c***o”.

LEGGI ANCHE: Dick rating: il nuovo modo di fare soldi su OnlyFans

Avete capito bene: un cliente su dieci contatta la ragazza semplicemente per una valutazione che riguarda il suo pene e non vuole vederla nuda o altro. Il contatto tra lei e il clienti, nella maggior parte dei casi, si conclude con consigli sulla masturbazione. Chiaramente, la maggior parte dei clienti vuole i suoi contenuti e lei non si tira indietro.

LEGGI ANCHE: Bonifici folli su OnlyFans: l’atleta resta in topless

La richiesta va dai 2.500 ai 3.000 euro di base per le visualizzazioni di contenuti proibiti, nella maggior parte dei casi è lei a contattare direttamente i clienti, provando a vendere il proprio “pacchetto“. Poi precisa: “Se i clienti vogliono qualcosa di più esclusivo, costerà di più”. Non solo: non tutti hanno accesso ai suoi contenuti, ma la ragazza crea un sistema fiduciario, perché vuole evitare spiacevoli sorprese, ovvero che qualcuno venda altrove e a prezzo maggiorato i suoi contenuti. Una vera imprenditrice.