Bonus facciate, per il 2022 cambia tutto

Arriva la notizia relativa alla proroga riguardante il Bonus facciate 90%. A quanto pare dopo due anni cambia tutto.

Lavori esterni di immobili
Lavori esterni di immobili (foto da Pixabay)

Dal 2022 al 2024 sarà ancora garantito il supporto alle politiche di rilevanza sociale, economica e sanitaria e anche a tutte quelle misure volte a realizzare l’avori con l’obiettivo di migliorare l’efficientamento energetico degli immobili presenti sul territorio nazionale.

In tale ottica per quanto riguarda il Superbonus 110% le sue agevolazioni si protrarranno almeno fino al 2024, ma non si può dire la stessa cosa per il Bonus facciate 90%. Infatti con poche righe la Nadef, nota di aggiornamento al DEF, si è espressa in modo abbastanza chiaro.

Va sottolineato che mentre il Superbonus 110% ha lo scopo di agevolare lavori agli immobili che li rendano migliori sotto il punto di vista energetico il Bonus facciate aveva tutt’altro obiettivo. Si trattava di un aspetto puramente estetico. Infatti questo prevedeva manovre economiche per valorizzare le facciate esterne degli immobili e restaurarle nel migliore dei modi.

LEGGI ANCHE ->In scadenza il Bonus Verde! Chi è interessato deve affrettarsi

Cosa cambia per il Bonus facciate

Facciata artistica
Facciata artistica (foto da Pixabay)

Nel documento presentato dal Ministro dell’Economia e delle Finanze del Governo Draghi non c’è traccia del contributo al 2022. La Nadef ha quindi messo nero su bianco le intenzioni dell’Esecutivo, togliendo ogni dubbio. Il 31 dicembre 2021 sarà la fine per il Bonus facciate 90%.

Dopo quasi due anni dalla sua entrata in vigore, il Bonus Facciate 90% si estinguerà definitivamente con la fine del 2021. Ci sarà ancora spazio per quelle misure in grado di perseguire gli obiettivi di efficientamento in termini energetici ma a quanto pare non di riqualificazione estetica degli immobili.

Un vero peccato vista la generosa detrazione fiscale che era concessa dal Bonus. Il 90% delle spese poteva essere portato in detrazione nella dichiarazione dei redditi, ottenendo così un cospicuo rimborso sulle spese effettuate per i lavori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Proroga del bonus per il cambio degli infissi. Quali i vantaggi

Rimangono comunque gli impegni presi dall’Italia con il PNRR. Poco importa se il Bonus facciate 90% viene cancellato, gli accordi presi con Bruxelles restano e ciò che conta è realizzare un miglioramento energetico per almeno il 50% degli edifici in Italia.