Approvato Decreto Infrastrutture: nuove regole per i monopattini e i taxi che saranno anche moto e bici

Approvato Decreto Infrastrutture: alla Camera dei deputati sono passate le nuove regole per il codice della strada. Si aspetta il via libera del Senato che dovrebbe arrivare il 9 Novembre

Monopattini
Monopattini – Foto da pixabay

I monopattini elettrici sono sicuramente il mezzo di trasporto del momento. Il boom di vendita e la diffusione sulle nostre strade hanno fatto si che il loro uso sia oggetto di regolamentazione da parte delle istituzioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Partita Iva: cambiamenti in arrivo per il regime forfettario. Cosa dobbiamo aspettarci nel 2022

Con l’approvazione alla Camera in prima lettura del decreto legge infrastrutture, vengono modificati alcuni articoli del Codice della Strada. Arrivano regole più severe per coloro che si spostano nei centri urbani a bordo di essi ma non solo: saranno introdotte novità interessanti che devono ottenere l’approvazione entro pochi giorni anche al Senato. Scopriamo in cosa consistono.

Monopattini elettrici e una curiosa novità che ci ritroveremo nel Codice della Strada

Taxi
Taxi – Foto da Pixabay

Quali sono le modifiche al codice della strada approvate dalla Camera e che stanno per essere approvate anche in Senato?

Le novità riguarderanno principalmente i monopattini. Essi subiranno una riduzione della velocità massima da 25 a 20 km/h; per i trasgressori arriveranno pene severissime come la confisca del mezzo. Per i guidatori di questi utilissimi mezzi vigerà, inoltre, l’obbligo di indossare il giubbotto catarifrangente nelle ore dopo il tramonto e in condizioni di scarsa visibilità. Obbligo di uso del casco ma solo per chi ha un’età inferiore ai 14 anni. Le luci (bianche o gialle fisse anteriormente) dovranno essere accese e il monopattino dovrà disporre di indicatori di direzione (le frecce) e di una luce rossa posteriore. Bisognerà adeguarsi entro il 1° gennaio 2024. Obbligo d’installazione di un segnale acustico e un regolatore di velocità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> iPhone 13 Pro: quanto costa realizzare lo smartphone del momento

Al contrario di quanto preannunciato, non verrà imposta un’assicurazione sulla responsabilità civile per i monopattini; tuttavia, la polizza sarà sottoscritta solo in caso di mezzi in sharing. Vige il divieto di portare passeggeri e di circolare su strade che prevedono un limite di velocità superiore ai 50 km/h o sui marciapiedi.

Interessante curiosità che riguarda il cambiamento sui taxi: il nuovo il decreto, infatti, consente di esercitare la professione di tassista anche a bordo di un mezzo a due ruote, sia esso una moto, uno scooter o addirittura una bicicletta.