Cannavacciuolo, quanto costa mangiare a Villa Crespi: menu e prezzi

Lo chef più amato che ci sia offre a tutti la possibilità di gustare dei piatti unici nel suo ristorante in Piemonte: cosa propone Cannavacciuolo.

Chef Cannavacciuolo
Chef Cannavacciuolo Foto dal web

Antonino Cannavacciuolo non è solo un rinomato chef che ha saputo farsi conoscere anche grazie alle sue tante esperienze in televisione in diversi programmi dedicati alla cucina ed alle specialità gastronomiche.

Lui è anche un imprenditore che gestisce alcuni ristoranti molto rinomati. Tra questi spicca Villa Crespi, locale premiato con due stelle Michelin e che sorge nella suggestiva cornice di Orta San Giulio, sul lago omonimo, in Piemonte.

La località in provincia di Novara è un borgo tra i più belli che si possano visitare, in un luogo che punta forte sulla paesaggio naturale che lo contraddistingue. Chef Cannavacciuolo non poteva scegliere un posto migliore per la sua Villa Crespi.

Lì è anche possibile pernottare in una delle stanze messe a disposizione da chi intende prenotare. Limitatamente al menu, quanto costa mangiare nel ristorante di chef Cannavacciuolo?

Un menu tipo presenta antipasti e primi piatti che vanno sui 50 euro circa. Si sale un pò per i secondo – 60 euro a portata ad esempio per i piatti di carne – mentre il dolce finale va sulla trentina di euro all’incirca.

Cannavacciuolo, i menu di Villa Crespi ed i prezzi

In particolare, a Villa Crespi è possibile scegliere due menu. Uno di cinque portate e l’altro di sei, poi ce n’è un altro da poter scegliere al momento. Si tratta dei seguenti:

Menu degustazione Carpe Diem (170 euro a persona)

  • Ricciola in crosta di pane, crescione e fragole
  • Plin di anatra, zuppetta di fegato grasso, latte di bufala e lampone
  • Rombo chiodato, conchigliacei e salsa al levistico oppure Maialino in porchetta, sedano, carota e cipolla
  • Pre dessert
  • Dessert Villa Crespi

Leggi anche: Moda autunno inverno 2021, Chiara Ferragni ci mostra il capo più ambito

La lista è piena di prelibatezze

Degustazione vini “Carpe Diem” (80 euro a persona)

  • Selezione di formaggi (20 euro a persona)
  • Menu degustazione Itinerario dal Sud al Nord Italia (200 euro a persona)
  • Scampi di Sicilia alla pizzaiola, acqua di polpo
  • Linguina di Gragnano, calamaretti, salsa al pane di segale
  • Triglia, zucchine alla scapece, provola affumicata
  • Piccione, fegato grasso al grué di cacao, salsa Banyuls
  • Pre dessert
  • Dessert Villa Crespi

Si possono abbinare:

  • Degustazione vini “da Nord a Sud” (100 euro a persona)
  • Selezione di formaggi (20 euro a persona)

Leggi anche: Canone Rai, aumento ed estensione a cellulari e tablet: i dettagli

Gli antipasti ed i primi

ANTIPASTI

  • Scampi di Sicilia alla pizzaiola, acqua di polpo (50 euro)
  • Lumache novaresi, rapa bianca, bagnetto verde (45 euro)
  • Tonno vitellato (55 euro)
  • Ricciola in crosta di pane, crescione e fragole (50 euro)
  • Fungo, calamaro e vongole (50 euro)
  • Una scoperta fra le risaie: le rane (50 euro)

PRIMI PIATTI

  • Linguina di Gragnano, calamaretti, salsa al pane di segale (50 euro)
  • Riso carnaroli, bottarga, midollo e ostriche (50 euro)
  • Spaghetti allo zafferano, ricci di mare, quinoa croccante (50 euro)
  • Tagliatelle di fagioli, cozze e trippa di baccalà (45 euro)
  • Plin di anatra, zuppetta di fegato grasso, latte di bufala e lampone (50 euro)

I secondi ed il dolce alla fine

PIATTI DI PESCE

  • Baccalà, baccalà, baccalà (50 euro)
  • Rombo chiodato, conchigliacei e salsa al levistico (60 euro)
  • Anguilla alla beccafico, scarola e arance (60 euro)
  • Triglia, zucchine alla scapece, provola affumicata (50 euro)
  • Sgombro, avocado, caviale e champagne (60 euro)

Leggi anche: Videogiochi, c’è solo da guadagnare: fatturato record. Le cifre

PIATTI DI CARNE

  • Piccione, fegato grasso al gruè di cacao, salsa al Banyuls (60 euro)
  • Quaglia, scampo, veli di ostrica (60 euro)
  • Testacoda di manzo (60 euro)
  • Maialino in porchetta, sedano, carota e cipolla (60 euro)
  • Zuppa forte, cipolle, patate affumicate, cotiche di maiale (60 euro)

Leggi anche: Ita Airways, è polemica: “La scelta del colore è una inutile spesa di soldi”

DESSERT

  • Olio, olive e olivello (30 euro)
  • Il Ciliegio (30 euro)
  • Dolce al cioccolato e frutti esotici (30 euro)
  • Lampone e rafano (25 euro)
  • Pastiera (30 euro)
  • Viva l’Italia (30 euro)
  • Mondo nocciola (30 euro)