Monete, perché l’uomo le ha inventate e perché si chiamano così

Da dove nasce la parola che denota le monete: l’origine di questo vocabolo è davvero particolare e si divide tra storia e leggenda.

Monete dell'antica Roma
Monete dell’antica Roma Foto dal web

Monete, sapete come sono nate? Con la necessità, ad un certo punto, di creare un metodo di pagamento per i commerci. Ed il riferimento è ai tempi antichi. Parliamo già di migliaia e migliaia di anni fa, di diversi secoli prima di Cristo.

Si hanno riscontri di ritrovamenti di monete realizzate in oro, argento, bronzo ed anche in altri materiali che mostrano come le monete esistano da una ampia fetta di storia dell’umanità. Perché l’uomo ha scoperto che il baratto in certe occasioni non bastava più. Ed il denaro in generale è stato creato per rendere più facili gli scambi commerciali.

Guardando in casa nostra, la prima zecca ufficiale della quale si ha notizia sorse a Roma nel 269 a.C., e non a caso nei pressi del tempio di Giunone Moneta, così chiamata perché questo attributo derivava dal monito, dall’avvertimento.

Una cosa che affonda le proprie radici in riferimento ad un episodio storico avvenuto quasi cent’anni prima. Nel luglio del 390 le oche del Campidoglio, dove sorgeva il tempio della regina degli dei del Pantheon romano, cominciarono a starnazzare. E proprio in occasione della discesa dei Galli Senoni guidati da Brenno.

Monete, da dove nasce questo termine

Foto dal web

Per i romani le oche starnazzarono su diretta volontà della dea. Purtroppo però questo non servì a salvare Roma, in quello che è ricordato come l’episodio del celebre Sacco. Brenno richiese un ingente riscatto.

Leggi anche: Cybersicurezza, scoprire i nostri pin è purtroppo facilissimo

Il condottiero barbaro pretese mille libbre d’oro, con i romani che protestarono parlando di bilance truccate per il peso del bottino. E Brenno per tutta risposta getto anche la propria pesante spada su dove venivano pesati i preziosi, appesantendo il riscatto che avrebbe portato con sé.

Leggi anche: Bancomat, presto cambiano i prezzi: brutte notizie per i risparmiatori

Leggi anche: 500 lire, quali sono le più rare e desiderate: valgono migliaia di euro

“Guai ai vinti”, narra la leggenda a proposito dell’esclamazione del capo gallo. Le monete vennero coniate poi per la prima volta nel secolo successivo, vicino al tempio di Iuno Moneta, da qui il nome.