A volte ritornano, ipotesi Cashback: cosa succederà in futuro

Il bonus cashback ha stimolato gli acquisti con carte di credito e di debito. Cosa succederà nel futuro a questa misura voluta dall’ex premier Giuseppe Conte e “mandata in pensione” dal nuovo governo Draghi?

Cashback i risultati
Cashback i risultati Foto dal web

In questo articolo ti spiegheremo perché l’operazione Cashback non ha funzionato e vedremo anche quali saranno gli scenari futuri. E’ proprio sicuro che il Cashback è destinato a non ritornare mai più?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Conto corrente in regime di separazione e comunione dei beni: chiariamo le idee

Perché l’operazione Cashback non ha funzionato e cosa succederà in futuro: tutto quello che devi sapere

Foto dal web

E’ stata una misura di grande incentivo ai pagamenti elettronici, questo tocca ammetterlo. Il Cashback di Stato è stata un’operazione messa in pratica dal governo Conte per stimolare i consumi e allo stesso tempo combattere l’evasione fiscale.

Di cosa si trattava? Era una misura che prevede un rimborso del 10% se si acquistavano beni in negozi fisici con sistemi di pagamento elettronici nei negozi fisici. Sono stati più di 8 milioni gli italiani che hanno aderito all’iniziativa cioè che hanno effettuato almeno 50 pagamenti con carta di credito o di debito.

Ma c’era anche un il cosiddetto Super Cashback. In cosa consisteva? Per i primi 100.000 che avessero fatto il maggior numero di operazioni nel semestre era previsto anche un bonus di 1.500 euro che si andava ad aggiungere al Cashback ordinario.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Monete rare, siete fortunatissimi se possedete questa: quanto vale | FOTO

Tuttavia non sono mancati i furbetti del Cashback cioè coloro che pur di scalare posizioni nella classifica e tentare di aggiudicarsi i 1.500 euro del bonus extra si sono messi a fare decine di microtransazioni per importi irrisori (alcuni anche di 1 centesimo).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Case da sogno ad 1 euro. La sfida è tutta italiana, come investire nel mattone?

Con la caduta del governo Conte e il nuovo governo, guidato dal premier Mario Draghi, molte cose sono cambiate. A partire dal Cashback di Stato che è stato immediatamente cancellato poiché era un’operazione onerosa per le finanze italiane che il nostro Paese in questo momento storico non è in grado proprio di permettersi.

I sostenitori dell’ex premier Giuseppe Conte, insieme con buona parte del Movimento 5 stelle, non ci stanno. Reclamano il ritorno di questa misura che, secondo loro, ha stimolato l’economia e soprattutto ha avuto un grandissimo successo.

Per questo molti istituti di credito stanno pensando al Cashback privato. Al momento sappiamo solo questo: il cashback potrebbe tornare ma sotto altre forme. Staremo a vedere!