Rapina in banca risolta dopo 52 anni, e c’è un colpo di scena

È servita mezza vita in pratica alle forze dell’ordine per scoprire il colpevole di una astuta rapina in banca. Ma non è tutto.

Rapina in banca risolta dopo ben 52 anni
Rapina in banca risolta dopo ben 52 anni Foto dal web

Rapina in banca, un pò a sorpresa, risolta dopo la bellezza di 52 anni. Ci è voluto più di mezzo secolo alla polizia di Cleveland per risolvere il caso di Theodore John Conrad, un cassiere di banca che, nel corso dei primi anni ’70, cedette alla tentazione e rubò ben 215mila dollari. Al cambio attuale si tratta di quasi 188mila euro.

E c’è anche una ulteriore sorpresa in questa pluridecennale situazione: l’autore della rapina in banca è infatti morto per via di un cancro ai polmoni. E prima di morire, Conrad ha confessato il suo segreto alla moglie Kathy ed alla figlia Ashley.

Le forze dell’ordine al contempo sono arrivate alla giusta conclusione solamente sei mesi dopo il decesso dell’uomo, avvenuto a maggio del 2021, a 71 anni di età. Di questa vicenda si sa che la rapina in banca avvenne di venerdì, una scelta strategica perché questo avrebbe dato all’autore il tempo necessario per far perdere le proprie tracce.

Rapina in banca, una vita da film per il suo autore

Foto dal web

Difatti solamente al lunedì in banca ci si accorse del grosso ammanco. Nel frattempo Conrad, che avrebbe utilizzato di lì in poi la falsa identità di Joseph Randele, aveva raggiunto le Hawaii. Sentendosi scoperto da una coppia di turisti con la quale aveva intrattenuto una conversazione, Conrad lasciò anche quel posto.

Si sa che era un patito dei film di azione ed in particolare di quelli con protagonista Steve McQueen. Amava soprattutto la parte dell’antieroe e fu questa la molla che lo fece scattare spingendolo a compiere la rapina in banca.

Leggi anche: Carta di credito smagnetizzata: non allarmarti. Come prevenire l’inconveniente e cosa fare in caso di necessità

Nonostante dalla suddetta rapina Conrad fosse scomparso dalla circolazione, la polizia è riuscita a mettere insieme tutti i pezzi del puzzle solamente pochi giorni fa, dopo più di mezzo secolo dall’episodio.

Leggi anche: Sequestro del conto corrente, prelevati i risparmi

Leggi anche: Comprare un camper, con meno di 10mila euro è possibile | FOTO

Nel frattempo Conrad aveva dilapidato tutti i soldi e si era dato alla professione di venditore di auto di lusso, mestiere intrapreso per quarant’anni. Inoltre si era sposato, aveva avuto una figlia e si era fatto tanti amici, coltivando gli hobby del golf e della famiglia. Ce n’è abbastanza per realizzarci su un film, uno di quelli che Conrad-Randele amava tanto.