Bonus facciate, conviene richiederlo dopo i recenti interventi?

Ci sono delle modifiche importanti che riguardano il Bonus facciate e che coloro che hanno avanzato domanda per usufruirne dovrebbero assolutamente conoscere. Infatti si registrano delle variazioni per quanto riguarda i parametri ufficiali derivanti dal provvedimento. Una cosa che spinge alcuni a riconsiderare la volontà iniziale di volerne usufruire.

Bonus facciate conviene fare richiesta o no?
Bonus facciate conviene fare richiesta o no? Foto dal web

Bonus facciate, alcuni interventi successivi aggiunti in un secondo momento hanno fatto si che la detrazione fiscale prevista per i beneficiari finisse con l’essere notevolmente ridotta. Al punto che a molti sembra più conveniente fare richiesta per altri provvedimenti alternativi, in grado di garantire un rimborso più consistente.

Sempre il Bonus facciate ha visto l’introduzione anche di ulteriori controlli concepiti per contrastare possibili frodi. Con il risultato che, in pratica, diminuisce l’entrata prevista per i beneficiari ed aumentano le verifiche alle quali dovere sottostare.

All’interno del Bonus facciate vediamo tra i principali cambiamenti gli interventi occorsi in relazione al pacchetto relativo agli incentivi che sono da ricondurre ai lavoro di edilizia dei condomini e dei palazzi.

Bonus facciate, cosa è cambiato (in peggio)

Foto dal web

Sono cambiati i parametri che riguardano tanto il Bonus facciate quanto il bonus mobili ad esso annesso. Il quale prevedeva in origine un limite di spesa agevolata pari a 16mila euro. Lo stesso però è stato calato a 10mila euro.

Leggi anche: ISEE 2022, istruzioni per l’uso: come si calcola autonomamente

La detrazione del Facciate è stata fatta scendere invece al 60%, dopo che all’inizio il provvedimento aveva messo in conto il 90% di aliquota fiscale di cui potere godere con comodi rimborsi rateali da distribuire nell’arco di dieci anni.

Leggi anche: Bonus 500 euro, come si ottiene e cosa permette di acquistare

I lavori edilizi comunque non prevedono nessun limite di spesa, tale cosa sussisteva prima e continua ad essere così anche adesso, dopo le modifiche intercorse di recente.

Tra i requisiti richiesti per potere usufruire del sussidio in questione bisogna che i lavori di intervento sulla facciata vengano effettuati su di un immobile ovviamente che sia già preesistente. Qui sono presenti tutte le informazioni su questo provvedimento.