Risparmiare sulla bolletta, ora si può

Vivere in casa e risparmiare sulla bolletta elettrica sembra quasi impossibile, ma non è così. Per voi sveliamo ottimi consigli.

Risparmio di energia
Risparmio di energia (Foto da Pixabay)

Si dice sempre che non si può certo avere tutto, ma a volte bisogna almeno provarci a far quadrare le cose. Vista la situazione che si sta vivendo negli ultimi due anni si è sempre più costretti a vivere in casa. Prima della pandemia in molti ricorderanno quante ore si passavano in ufficio e quanto era piacevole tornare a casa stanchi.

Questo significava che per tutta la giornata la casa era a riposo. A riposo di luci accese, televisione accesa, computer al lavoro e elettrodomestici in funzione. La sera tornava a vivere e nel weekend c’era solo un po’ di movimento perché si usciva per una passeggiata o una visita a qualcuno.

Da quando le cose sono cambiate la casa è vissuta continuamente, con i riscaldamenti accesi, i dispositivi sempre in carica e gli elettrodomestici in continua funzione. Allora, come fare per vivere in casa ma risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Pochi soldi, troppe spese. Una tecnica per risparmiare!

Come risparmiare sulla bolletta della luce

Consumo energia in casa
Consumo energia in casa (Foto da Pixabay)

Ci sono alcune accortezze che è bene tenere di conto, come spegnere le luci quando non sono necessarie e preferire le tende tirate e la luce del sole. Ma alcuni accorgimenti sono un po’ più mirati e forse possono fare la differenza a fine mese.

Per iniziare sarebbe opportuno scegliere una fascia di consumo dell’energia elettrica che si adatti al proprio stile di vita e con essa anche gli elettrodomestici. Se siete in condizioni di dover comprare o dover sostituire alcuni apparecchi è consigliabile affrontare una spesa maggiore e assicurarsi elettrodomestici che appartengano a classi energetiche economiche.

VEDI ANCHE ->Prodotti ingannevoli. Come evitarli e come risparmiare

Inoltre si consiglia l’uso di alcuni apparecchi rispetto ad altri, ad esempio è meglio l’utilizzo del forno a microonde rispetto a quello elettrico. Il microonde potrebbe avere una potenza maggiore ma ce l’avrebbe per un lasso di tempo molto più ristretto. Oppure scegliere l’utilizzo di un computer portatile rispetto a quello fisso il cui consumo è certamente maggiore.