Sembra essere WhatsApp ma ti svuotano il conto in banca. Massima allerta

Truffa su WhatsApp dove i malviventi si spacciano per WhatsApp stesso. Si raccomanda massima cautela perché svuotano i conti correnti.

Truffa assistenza
Messaggi WhatsApp (Foto da Pixabay)

La differenza sta proprio all’inizio, ovvero come comincia il tutto. Quando si viene contattati da qualcuno che non si è mai cercato in alcun modo è abbastanza chiaro, eccetto rari e quasi impensabili colpi di fortuna, che chi sta contattando non lo fa per dare un vantaggio a voi. Basta provare a pensare alla situazione inversa, quante volte durante il giorno contattate persone per offrire loro un vantaggio che a voi non interessa? Mai.

Quindi è inutile, seppur normale farlo, credere che chi vi sta contattando dal nulla lo fa per farvi un favore. Dietro c’è senz’altro un proprio torna conto che, il più delle volte, va a danno della vittima che è stata contattata. Su questo meccanismo si basano la maggior parte delle truffe tramite telefonate o messaggi. Diffidare è la prima regola, ragionare e informarsi, la seconda ma quella più importante di tutte è non agire in preda al panico o alla fretta. Nessun servizio, di alcun genere, chiede immediato riscontro dei vostri dati più sensibili.

La nuova truffa su WhatsApp

Truffa assistenza
Sito WhatsApp (Screenshot)

Ovviamente sono le applicazioni più utilizzate quelle che vengono prese più di mira dagli hacker e dai truffatori in genere. Sembra che ora abbia preso a circolare un nuovo inganno che ha escogitato un approccio diverso dal solito.

Si è parlato di strani messaggi che imitano grandi società o aziende, messaggi da qualche conoscente o amico il cui account è stato rubato, ma ora arriva un messaggio su WhatsApp che sembra provenire direttamente dall’assistenza clienti. Ovviamente in questi casi è opportuno contatta, di vostra iniziativa l’assistenza di WhatsApp, perché loro non hanno alcun motivo di scrivervi per chiedere i dati dei vostri conti bancari.

L’obiettivo è proprio questo. Minacciano di chiudere il vostro account se non si forniscono i dati relativi al conto. Magari rassicurano che mai nulla sarà prelevato e che è solo un fatto di sicurezza. In queste circostanza si raccomanda di riflettere bene prima di agire e poi di contattare le autorità competenti.

La differenza sta nel fatto che l’assistenza è lì per essere cercata da voi, non il contrario. Quindi già l’inizio di tutta la vicenda dovrebbe far sorgere qualche dubbio che c’è qualcosa che non va. Chiedete informazioni andando voi a cercare l’area riservata e non fornite informazioni se non siete sicuri di poterlo fare.