Prezzi carburanti, si registrano nuovi aumenti a livello nazionale

Stando ad un nuovo monitoraggio sui prezzi dei carburanti in Italia, si registrano nuovi aumenti per diesel e benzina, così come ormai accade da settimane.

Prezzi carburanti nuovi aumenti
(fovito – Adobe Stock)

Dopo lo scoppio del conflitto in Ucraina, il prezzo dei carburanti ha subito un pesante rincaro. Nonostante l’intervento del Governo che ha operato il taglio delle accise, i prezzi nel nostro Paese continuano a salire. Ad oggi la benzina, secondo quanto riporta Quotidiano Energia, la benzina ha un costo medio a livello nazionale di 1,952 euro al litro, mentre il diesel sarebbe arrivato a toccare gli 1,864 euro al litro. Cifre in modalità self che salgono per il servito.

Prezzi carburanti, si registrano nuovi aumenti: l’analisi sui costi di Quotidiano Energia

Prezzi carburanti nuovi aumenti
(Massimo Todaro – Adobe Stock)

Sembra non volersi arrestare l’impennata dei prezzi dei carburanti che ha colpito anche il nostro Paese in seguito all’inizio della guerra in Ucraina. L’invasione dell’esercito russo risale ormai ad oltre tre mesi fa e da quel momento i prezzi hanno subito aumenti significativi calmierati anche dagli interventi del Governo che ha provveduto ad un taglio delle accise. Anche nei prossimi giorni sono attese nuove misure in tal senso considerando la nuova crescita che pesa sui cittadini.

Ad effettuare un monitoraggio sui costi sul territorio nazionale è stato Quotidiano Energia. Dall’analisi è emerso, come riporta la redazione dell’Ansa, che il prezzo medio della benzina in modalità self è salito a 1,952 euro al litro contro i 1,914 euro dello scorso 31 maggio con i diversi punti vendita che variano dai 1,941 e 1,970 euro al litro (no logo 1,937).  Dall’elaborazione è emersa anche una crescita del costo, sempre in modalità self del diesel che passa da 1,831 a 1,864 euro al litro con i prezzi delle compagnie tra gli 1,859 e 1,879 euro al litro (no logo 1,843).

Infine, Quotidiano Energia, ha evidenziato quelli che sono i prezzi medi nazionali per quanto riguarda la modalità servito. Il costo medio della benzina in questo caso supera la soglia dei due euro attestandosi a 2,080 euro al litro (il 31 maggio era di 2,049) con i marchi che variano dai 2,046 e 2,165 euro al litro (no logo 1,986). Stesso andamento per il diesel che sale da 1,973 a 1,999 euro/litro. In questo caso i marchi variano tra 1,949 e 2,085 euro/litro (no logo 1,895).