Rimettere casa a nuovo? Si può con un bonus da 7.800 euro: come averlo

Una delle misure più apprezzate dai consumatori italiani sono i cosiddetti Bonus Casa. I nuovi limiti permettono di scalare quasi 8000 euro di spesa. Ecco come fare

Bonus Casa INTERNA
Lavori di ristrutturazione (Foto Twitter)

Una delle misure, varate dai Governi Conte II e Draghi, più apprezzate dai consumatori italiani è la serie di interventi che vanno sotto il nome di Bonus Casa.

Parliamo di tutta una serie di interventi, dal Superbonus 110% al Bonus mobili, passsando per il Bonus elettrodomestici, il Bonus rubinetti ed il Bonus facciate che hanno permesso a due settore strategici per l’economia del Paese, come l’edilizia e l’artigianato, di rimenare a galla durante la crisi economica.

Crisi economica che, ricordiamo, è esordita a metà del 2020 dopo il lockdown legato alla pandemia da coronavirus covid-19 e rinfocolata dallo scoppio del conflitto tra Russia ed Ucraina di febbraio 2022.

Una crisi economica che, ad oggi, ha lasciato sul campo oltre l’11% del PIL, il Prodotto Interno Lordo recuperato solo per il 7,5%.

Per questo motivo, anche per il 2022 la maggioranza che sostiene l’esecutivo guidato da Mario Draghi ha deciso di confermare una serie di Bonus legati al rinnovamento ed alla ristrutturazione del bene primario degli italiani: la Casa.

Bonus Casa, tutte le opportunità in corso

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Noi della Redazione di Bonifico Bancario abbiamo fatto una piccola ricerca tra i meandri delle varie misure ed abbiamo scoperto che è possibile usufruire di quasi 8000 euro di bonus, 7800 per la precisione attraverso tre spcifiche misure.

La prima è la versione 2022 del Bonus Arredamento. Un bonus per il quale è possibile ottenere il rimborso del 50% della spesa fino ad un tetto di 10.000 euro. Pertanto 5000 di bonus.

Per il bonus specifico non è necessario presentare ISEE o avere particolari limiti di reddito ma solo accertarsi di acquistare mobili o elettrodomestici nuovi e non usati. Da segnalare che il bonus è stato ridotto dal 2021 da 8000 a 5000 ma è sempre un cifra considerevole.

La seconda misura è il bonus acqua e sanitari. In questo caso il bonus, dal valore di 1000 euro complessivi, viene erogato per la sostituzione dei sanitari di casa o per l’adeguamento di rubinetti o docce. Attenzione alla scadenza per richiederlo è predittiva al 30 giugno 2022.

Il terzo bonus, dal valore totale di 1800 euro, è il cosiddetto Bonus esterni e permette di ristrutturare o adeguare i cortili ed i giardini esterni alle abitazioni. La somma di tutte queste agevolazioni porta ad un risparmio complessivo di quasi 8000 euro. Un bel vantaggio per rinnovare casa.