Bonifico ai figli o parenti: così eviti i controlli fiscali

Bonifico ai figli o parenti: si tratta di una trasferimento non per una compravendita. Se si fa così si è a riparo in caso di verifiche

AnsaFoto

Purtroppo stanno aumentando i casi di persone che chiedono aiuto ai propri familiari. Al riguardo non c’è nessun dato ufficiale, non ci sono studi o report. Basta ascoltare le storie della vita di tutti i giorni e scoprire che amici e parenti chiedono uno supporto. Il problema del caro vita è molto serio. Quando facciamo la spesa con gli stessi soldi compriamo meno prodotti.

Per non parlare poi dei rincari delle bollette. È soprattutto qui che le persone si chiedono a aiuto. Le utenze hanno oggi importi pazzeschi e non tutti riescono a pagare. Per questo si rivolgo ai familiari per avere un prestito.

Se si tratta di un parente lontano, come di un figlio che ad esempio studia in un’altra città, bisogna fare attenzione perché scattano i controlli dell’Agenzia delle Entrate anche se non c’è nulla di male in quello che si sta facendo.

Bonifico ai figli o parenti: come fare

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Dal 1 gennio 2022 le regole sul soldi in contanti sono cambiate. La soglia è stata abbassata a 2.000 euro (1999,99 per la precisione). Per nessun motivo al mondo si può dare una cifra in contanti oltre questa soglie, per tale motivo è sempre bene fare un bonifico.

Se trasferiamo una somma di denaro oltre i 2.000 euro sul conto di qualcuno, l’Agenzia delle Entrate potrebbe comunque insospettirsi. Anche se la cifra non è altissima, è comunque considerevole. Da dove arrivano improvvisamente questi soldi?

È la domanda che si pone l’ente soprattutto se emerge che poco prima del bonifico c’è stato un versamento in contanti. Il fatto potrebbe far pensare che ci sia una fonte di guadagno che non è nota, forse un lavoro a nero.

Allora per evitare particolari problemi, è importante la causale del bonifico perché per il donatore c’è il rischio controllo. È dunque molto importate specificare bene qual è il motivo del trasferimento di soldi.

Tra le informazioni necessarie quando si fa un bonifico, oltre il nome, il cognome e l’Iban dell’interessato, c’è anche la causale. Biogna specificare che quei soldi sono “regalo a favore di…” “contributo” o “donazione”. È un modo per tenersi già al riparo perché se dovessero esserci delle verifiche, il motivo del trasferimento di sooldi è già detto.

HAPPY BIRTHDAY

HAPPY BIRTHDAY!! 🎂🎂🎂

Oggi è festa in casa granata. I nostri migliori auguri di buon compleanno al numero 1 Mario Uliano. Un ercolanese Doc, un ragazzo che difende la nostra porta con amore e dedizione e che si dedicato alla nostra causa fin dal primo momento.

Buon compleanno Mario! Una vita tra i pali, sempre con lo stesso colore nel cuore.