Bonifico addio: prende piede un nuovo modo di versare i soldi

Bonifico destinato a diventare obsoleto nei prossimi anni: molte adesioni alla novità: come avverranno le transazioni nel futuro

Pixabay

Esistono diverse tipologie di bonifici per rispondere alle esigenze di più clienti. Il più usato è il bonifico ordinario, con i soldi trasferiti che arrivano sul conto del destinatario dopo qualche giorno.

Anche l’istantaneo ha la sua platea. In realtà dal punto di vista della sicurezza gli esperti sconsigliano di utilizzarlo perché è la modalità preferita dei truffatori. Chi vuole sottrarre soldi illecitamente, infatti, preferisce ricevere il bonifico istantaneo perché la transazione così non si può più annullare. È meglio usarlo solo se si conosce bene e di persona il destinatario.

Ma negli ultimi due anni ha preso sempre più piede un’altra modalità di pagamento simile all’istantaneo ma che proprio un bonifico non è.

Stop al bonifico, qual è il nuovo modo per pagare

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Stiamo parlando dei pagamenti account-to-account. Negli ultimi due anni c’è stato il boom con una crescita del 50%. Si stima che nel 2030 potrebbero coprire il 15% delle transazioni totali. Ma cosa sono esattamente e qual è la differenza con i bonifici?

Account-to-account, scritto anche A2A, è un modo di pagamento alternativo e ha come base l’online banking trasferendo soldi dal proprio conto a quello del beneficiario, in pratica come i bonifici che conosciamo. Per fare degli esempio sono i pagamenti iDEAL nei Paesi Bassi e MyBank in Italia. Non c’è bisogno di usare carte e la transazione avviene in modo rapido e sicuro.

Il motivo che molte aziende stanno usando questo modo di pagamento sta nelle nuove regole per l’open banking. Vediamo più da vicino la banca italiana MyBank che al momento rappresenta al meglio i pagamento A2A. Bisogna ossservare con attenzione anche la direttiva europea sui servizi di pagamento PSD2.

Le banche devono fornire interfacce di programmazione applicativa completamente interoperabili. Con questa modifica l’integrazione dei nuovi servizi, anche le opzioni di pagamento sono più semplici.

Il pagamento A2A funziona in questo modo. Si seleziona MyBank e si sceglie la banca. Dopo aver inserito i codici di accesso alla banca online, è possibile visualizzare un bonifico precompilato. A questo punto si autorizza la transazione e in pochi secondi, sia chi manda i soldi sia chi ne beneficia, avranno la ricevuta che la transazione è andata a buon fine.

Questo strumento di pagamento è molto utili per l’acquisto di beni e servizi perché la operazioni sono rapidi, sempre tracciabili e veloci, senza alcun limite di importo.

È una soluzione utile soprattutto alle banche perché consente di avere tutte le informazioni e un servizio ottimale, senza costosi software per i bonifici e rapporti con terzi per la fornitura e la manutenzione del servizio.