Metano a 5 euro: prezzo incredibile e si cerca la soluzione

Metano a 5 euro: incredibile il listino in alcuni distributori. La situazione si è ribaltata con il carburante che era il più economico

Il problema del caro energia va avanti da mesi e i prossimi si preannunciano terribili. I primi sintomi che nell’economica delle energie qualcosa stesse cambiando, li abbiamo avuti alla fine del 2021. Il picco c’è stato a marzo con la benzina a 2 euro al litro.

Dopo una discesa i prezzi sono risaliti e ora si attestano a 1.8 euro circa con la diesel che costa più della verde. Non accennano a diminuire quelli del gas e di conseguenza il metano.

L’aumento per quest’ultimo non ha mai conosciuto frenate e in alcuni casi è arrivato ad essere di cinque volte più alti: nell’estate 2021 si pagava meno di 1 euro, ora invece quasi 5 euro. Una cifra insopportabile gli automobilisti e tante aziende. In Veneto – riporta l’Arena –  ci sono società di trasporto pubblico che non vogliono utilizzare più i mezzi a metano.

Metano a 5 euro: dove conviene di più

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Per via dei diversi contratti stipulati dagli esercenti sono diversificati i prezzi. Può dunque succedere di trovare distributori deserti perché ritenuti poco convenienti e altri dove invece ci sono lunghe file. Ovviamente in questo secondo caso parliamo comunque di prezzi molto più alti rispetto a un anno fa.

Fino a qualche giorno fa il distributore più economico nel Veronese era il quello di via Garofoli a San Giovanni Lupatoto a 2,099 euro al litro, seguito da Bovolino a 2.199 e Colognola ai Colli a 2.399 euro. A San Vito di Negrar e San Pietro in Cariano e Montorio il prezzo di listino è 4.99 euro così come tanti altri che superano i 4 euro e in questi ovviamente gli automobilisti stanno più lontani.

Appena si trova un distributore più economico si cambia destinazione. Molti hanno scelto di lasciare l’alimentazione a metano per sposare la benzina, una volta ritenuta più cara e presente anche nelle auto a metano, ma con un serbatoio che nei modelli più recenti consente di percorrere massimo un centinaio di chilometri.

Le vetture a metano hanno sempre avuto un costo più elevato ma il prezzo basso dell’alimentazione permetteva di recuperare in poco tempo la spesa, soprattutto se l’auto viene utilizzata tutti i giorni. Ora non è più così e molti stanno alla larga dal carburate che era considerato non solo più economico ma anche ecologico.