Non fare questo errore nella causale del bonifico bancario

Errore nella causale: quando si effettua un bonifico bisogna essere quanto più chiari è possibile. Cosa fare per non sbagliare

Canva

Una delle operazioni bancarie più comuni è il bonifico. A differenza di un tempo, non c’è bisogno di andare fisicamente in banca. Grazie alle app messe a disposizioni dagli stessi istituti, si possono trasferire i soldi in pochi secondi e restando comodamente a casa.

Compiere un’azione del genere da soli, però, richiede molta attenzione perché si possono commettere degli errori. Non sono tutti uguali i siti della banca, ognuno è strutturato in un proprio modo (anche se poi le informazioni richieste per trasferire il denaro sono le stesse) e chi non è abituato a usare la tecnologia può sbagliare più facilmente.

In particolare per quanto riguarda il bonifico ai familiari. I controlli ci sono sempre e comunque e possono avvenire anche se si tratta di cifre basse. Il Fisco monitora tutte le operazione per garantire la sicurezza e la regolarità. Proprio nel trasferimento di soldi fra congiunti succede una cosa più di quanto si possa pensare.

Errore nella causale: come fare bonifico a parenti

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Oltre a mettere il nome e il cognome del beneficiario e inserire ovviamente la cifra, è indispensabile riempire la casella della causale. Come dice il nome stesso è la causa del bonifico. Con quella voce spieghiamo il motivo per cui avviene il passaggio di denaro.

Se l’azione per la quale lavoriamo invia il bonifico con la causale, ad esempio, Stipendio settembre 2022, oppure Saldo fattura numero…, diversi (e perfettamente legali) sono i motivi per cui parenti si inviano soldi.

Il Fisco potrebbe insospettirsi se verificando l’operazione nota che mancano informazioni adeguate. Prendiamo ad esempio una semplice donazione che i nonni vogliono fare a favore del nipote convolato a nozze. A scanso di equivoci è meglio specificare nella causale che si tratta di “Regalo di nozze”. E se invece non c’è nessun evento ma vuole essere un gesto spontaneo, basta specificare “Regalo a favore di…”.

Per essere ancora più precisi si può anche inserire il nome e cognome completo del beneficiario. Insomma, non si deve lasciare nulla di intentato. Più si è chiari, meglio è.