Bancomat del pane gratis per combattere la crisi

Un’idea assolutamente originale e al passo con i tempi che potrebbe di certo fare comodo a tanti cittadini italiani.

pane bancomat crisi
(Adobe stock)

Non è un momento facile per quasi nessuno, e non si intende soltanto in Italia, bensì a livello globale. Insomma, una situazione mondiale che sta mettendo in difficoltà una moltitudine di cittadini sia all’interno che fuori i confini italici.

Proprio per questo motivo, quindi, si stanno cercando di prendere delle contromisure per dare almeno una mano a tutti coloro che rientrano nelle categorie più svantaggiate.

A tal proposito, anche il Governo italiano sta provvedendo a elargire una manciata di sussidi proprio per mettere delle toppe su una condizione di forte disagio generale.

Lo abbiamo visto, infatti, con alcuni bonus che, al momento, sono già stati resi disponibili per quei lavoratori e pensionati che non raggiungono una certa soglia di reddito.

Ma, nella prossime righe, vorremmo soffermarci su di una speciale idea partorita niente po’ po’ di meno che da Mohammed bin Rashid Al Maktoum, nonché sceicco e primo ministro degli Emirati Arabi Uniti.

In effetti, nonostante Dubai sia considerata, a ragione, una delle metropoli più ricche del mondo, i costi elevati di alcuni prodotti basici non stanno facendo un favore nemmeno alla gente di questa grande e fortunata città, posizionata a sud del Golfo Persico.

La speciale iniziativa dello Sceicco

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Così, il progetto, chiamato, per l’appunto, Bread for All, ha lo scopo precipuo di consegnare del pane gratuito alle famiglie che, per ora, hanno meno disponibilità economica.

In particolare, l’iniziativa si è concretizzata con l’installazione, in alcuni punti vendita, di macchinette che offrono gratis pane fresco. Insomma, si tratta di un nuovo modo efficace di fare beneficienza che ha il fine di sostenere ogni membro della comunità.

Nella fattispecie, pare che siano già in funzione una decina di smart machine che preparano differenti tipologie di pane, come per esempio, pagnotte, pita, e altro ancora.

Il distributore in questione, quindi, è dotato di pulsanti touchscreen ed è facilmente utilizzabile, dato che, per ottenere dei panini, bisogna solo digitare il tasto ʻordinaʼ.

Beh, diciamo che, con i tempi che corrono, questa utile proposta potrebbe persino calzare a pennello per le città del Bel Paese. Chissà, quindi, se qualche amministrazione comunale nostrana non abbia intenzione di prendere esempio? Non sarebbe di certo male, anzi!