Cosa può succedere se sei disabile e vuoi rinnovare la patente

Rinnovare la patente non è sempre così semplice, soprattutto quando ci si scontra con un sistema che opera male, oppure che non opera affatto.

Rinnovo patente cittadino disabile Olbia
(Pexels)

A Olbia è praticamente impossibile rinnovare la patente e a confermarlo è la storia di un cittadino disabile. Quest’ultimo si è recato negli uffici competenti di Sassari in data 30 settembre e, ad oggi, ancora non ha ottenuto udienza dalla commissione medica che dovrebbe esaminarlo per dargli il via libera al rinnovo della patente. Ciò provoca di fatto un’impossibilità nella libertà di movimento dei cittadini del posto. E, nel caso degli autotrasportatori, anche un grosso limite per la loro attività lavorativa.

Il fatto ha suscitato scalpore, tanto che sulla questione è intervenuto anche Roberto Li Gioi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle. I cittadini devono scontrarsi quotidianamente con un sistema che funziona male e, nei casi più estremi non funziona affatto. Il caso del cittadino di Sassari in questo senso è emblematico: non ha ancora ottenuto il rinnovo, pur avendo inviato all’indirizzo mail indicatogli tutta la documentazione necessaria per portare avanti la sua pratica.

Il consigliere regionale sardo interviene sulla questione rinnovo patenti

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

A Olbia è dunque impossibile rinnovare la patente e a Sassari le cose non sembrano andare meglio. Ma non solo: anche i numeri di assistenza per il servizio sono di fatto irraggiungibili o sempre occupati. Una commissione medica per la valutazione delle pratiche avrebbe dovuto essere operativa già dal 15 ottobre, ma non è stato così.

Nella città di Olbia il servizio è ancora incomprensibilmente non operativo”, dichiara infatti Li Gioi. “I galluresi che devono obbligatoriamente rivolgersi alle Commissioni mediche locali (CML), da oltre due anni, continuano ad essere costretti a recarsi a Sassari o a Nuoro per sottoporsi alla visita medica presso i servizi delle aziende sanitarie locali che devono valutarne i requisiti psico-fisici“.

Ma anche in questi casi non è detto che la soluzione sia a portata di mano e il caso del cittadino disabile di Olbia lo conferma. Per tale ragione il consigliere Li Gioi ha presentato una mozione al presidente della Regione e all’assessore alla Sanità per adoperarsi con la massima urgenza a conferire operatività alla CML della ex ASL di Olbia.