Migliori carte conto con IBAN: che grande alternativa

Ecco la soluzione per non ricorrere inevitabilmente al conto corrente ed affrontare le spese con una gestione conveniente. Di cosa si tratta

alternativa carte conto con IBAN
Carte conto (Foto Pexels)

Le opzioni che i correntisti esigono dai loro istituti di credito non sono le medesime per tutti. Anzi, bisognerebbe chiedersi, oggigiorno, se alla propria banca o all’ufficio postale vengono avanzare richieste in stretta ed esclusiva relazione al conto corrente. Insomma, l’esperienza in itinere dei pagamenti elettronici insegna che i saldi dai quali attingere non hanno la scontata e immaginabile provenienza (quella dei conti correnti, appunto).

La scelta del vestito dato ai propri risparmi è ad appannaggio del cliente e alle dinamiche correlate al suo profilo. Si pensi, ad esempio, come negli ultimi anni le giacenze abbiano preso lidi inaspettati, come le carte prepagate ricaricabili, che vantano bassi costi di gestione, inferiori rispetto alla tenuta di un conto corrente, e l’associazione con un IBAN ne garantisce l’ampio ventaglio dell’operatività.

Migliori carte conto con IBAN: eccone una e perché sceglierla

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Per alcuni strumenti di gestione del credito, si può parlare di varianti nelle mani di un cliente che decide di pagare diversamente dal solito utilizzo di una carta bancomat, legata dunque alla giacenza del conto corrente personale, oppure direttamente con una carta di credito. Per altri strumenti, invece, occorre riferirsi a vere e proprie alternative, tali da consentire di abbandonare il progetto di apertura di un conto corrente.

Si chiama carta conto con IBAN, la soluzione a cui molti utenti hanno aderito in tempi di pagamenti on line e di pagamenti elettronici nei negozi. La carta è prepagata e ricaricabile, consente di svolgere tutte le funzioni di una carta bancomat: il prelevamento di contante presso gli sportelli automatici ATM; pagare on line e con POS. L’estratto conto richiedibile mostra un saldo che non ha nulla a che fare con l’importo complessivo del conto corrente.

Le modalità di ricarica sono numerose ma, grazie all’IBAN correlato alla tessera, il credito può irrobustirsi a fronte del ricevimento di un bonifico. Non manca, dalla parte del titolare, la funzionalità di inoltrare bonifici. E ancora, è consentito l’accredito dello stipendio e la pensione, nonché di domiciliare le utenze. Tra le migliori carte conto, c’è ViaBuy, dalla gestione interamente telematica: l’IBAN personale è di provenienza tedesca e lussemburghese e la carta è l’accettatissima Prepaid Mastercard. Zero commissioni su tutti i pagamenti e i bonifici. L’operatività on line è inoltre ampiamente supportata dall’app  ufficiale di ViaBuy.