Bonus Bollette: perché ci sono ritardi

Tra i tanti indennizzi stanziati dal governo per aiutare i cittadini a fronteggiare le spese vi è anche il bonus bollette, che però sembra essere in ritardo!

Bonus bollette ritardo crisi caro bollette
(Adobe)

Data la grave crisi economica ed energetica che abbiamo dovuto affrontare e stiamo ancora affrontando nel corso dell’ultimo anno, il governo ha stanziato ingenti fondi destinati ad attuare misure di supporto per i cittadini. In particolare sono stati distribuiti bonus una tantum a milioni di Italiani, allo scopo di alleggerirne le spese a fine mese, soprattutto quelle dovute al costo dell’energia. Il rincaro delle utenze sta infatti preoccupando in maniera considerevole, soprattutto ora che ci troviamo ad affrontare i mesi invernali.

Contro il caro-bollette si è dunque deciso per il bonus bollette, destinato ad alcuni cittadini aventi diritto. Inizialmente destinato alle famiglie con reddito inferiore a 8mila euro, dato il tasso di inflazione diffuso si è poi alzato il tetto a 12mila euro. Il problema, però, è che in molti hanno denunciato ritardi o addirittura mancati accrediti del bonus nel corso degli ultimi 8 mesi.

Dopo i ritardi degli ultimi 8 mesi ora si spera che il bonus bollette arrivi a tutti

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

A beneficiare del bonus bollette avrebbero dovuto essere all’incirca 5,2 milioni di Italiani ma non è stato per tutti così. Dopo numerose difficoltà, solo lo scorso agosto è finalmente giunta la delibera per l’attuazione del decreto da parte di Aerea.

La difficoltà è stata soprattutto quella di calcolare le cifre dovute. A richiedere tempo è stata inoltre la comunicazione tra INPS ed enti distributori di energia. A partire da ottobre, dunque, è iniziata l’erogazione del bonus. Nel casi di richieste pervenute tramite presentazione della dichiarazione sostitutiva (ISEE) a settembre, invece, il bonus verrà distribuito a partire da novembre.

Nonostante molte famiglie abbiano atteso l’indennizzo per 8 mesi e pagato le utenze a prezzo pieno, la speranza adesso è quella che d’ora in poi non ci saranno più ritardi nella distribuzione del bonus.