Dichiarazione dei redditi 2023: le modifiche al nuovo 730

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito le bozze dei modelli per i nuovi 730 e 770 da presentare con la dichiarazione dei redditi nel 2023.

Nuovo modello 730 dichiarazione redditi 2023
(Adobe)

A partire dal 2023 saranno molte le riforme fiscali e finanziare su cui aggiornarsi, in seguito alle manovre volute dal governo Meloni. Tra queste anche una nuova modalità per presentare la propria dichiarazione dei redditi, da compilare stando a un modello 730 appena pubblicato in bozza sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Nel nuovo modulo per persone fisiche troviamo conferma del Superbonus 110%, del Sismabonus e dell’Ecobonus. Mentre in quello dedicato a enti e imprese è possibile accedere a una nuova sezione, dedicata ai crediti di imposta per l’acquisto di gas e prodotti energetici. Ma le novità non finiscono qui, anzi fanno seguito alla nuova manovra finanziaria decisa in sede di commissione di bilancio.

Dichiarazione dei redditi per persone fisiche e imprese: i nuovi modelli pubblicati dall’AdE

Nel nuovo modello compariranno ad esempio i dati relativi all’assegno unico universale. Contributo statale a sostegno delle famiglie con figli a carico fino a 21 anni di età o senza limite di età in caso di figli con disabilità. Troverà spazio anche la riformulazione delle fasce di reddito, con conseguenti detrazioni dedicate a lavoratori dipendenti, autonomi con Partita Iva e pensionati. Spazio anche al bonus per l’installazione di impianti di accumulo per l’energia da fonti rinnovabili.

Per quanto riguarda il modello 770, invece, sono state inserite note relative alla proroga nel versamento dei pagamenti. I nuovi modelli dedicati alla dichiarazione dei redditi per le imprese prevedono novità relative alle normative riguardanti le imposte sui redditi e l’Irap. Un esempio di ciò è il Social Bonus, dedicato agli enti del settore terziario che abbiano presentato progetti per la riqualificazione di immobili pubblici inutilizzati. Ma anche dei beni mobili e immobili confiscati alla criminalità organizzata.

LEGGI ANCHE -> La maggioranza riduce le tasse a questi pensionati: l’emendamento

LEGGI ANCHE -> Cartelle esattoriali addio, la pessima notizia per le nostre tasche

Per fare la dichiarazione dei redditi ci si può rivolgere a un commercialista oppure ai CAF, presentando tutta la documentazione necessaria. Bisogna inoltre tenere presente che sul sito dell’AdE sono già state condivise le bozze dei nuovi modelli da usare per la dichiarazione 2023 e relativa all’anno precedente.