Concorsi pubblici, in 156 mila possono cambiare vita

Il 2023 si apre con una vera e propria valanga di nuovi concorsi pubblici. Ecco nel dettaglio quali sono gli Enti che cercano personale per il proprio organico

Concorsi pubblici bonificobancario.it 20230105
Concorsi pubblici (Foto AdobeStock) – bonificobancario.it

Dopo quasi tre anni di vero e proprio blocco della assunzioni lo Stato Italiano torna a cercare personale. Il blocco, che riguarda il periodo che va da gennaio 2020 a dicembre 2022, ovviamente, non era, ovviamente, un blocco voluto.

Le necessità della Pubblica Amministrazione, infatti, soprattutto dopo l’ampio turn-over determinato dalle deroghe alla Legge Fornero, sono rimaste intonse, anzi sono spesso aumentate.

Ma al tempo stesso, l’esordio della pandemia unito alla crisi economica ed alla crisi energetica, hanno di fatto obbligato i titolari dei vari dicasteri a desistere dalla ricerca di nuovo personale. Ma oggi, parole del neo Ministro della Pubblica Amministrazione Paolo Zangrillo, cambia davvero tutto.

Concorsi Pubblici, il 2023 parte alla grande

Da inizio del 2023, infatti, saranno messi a bando quasi 157.000 nuovi posti di lavoro nella PA. Posti che vanno a sommarsi alle, già previste, 10.000 assunzioni bloccate dai vincoli di Bilancio pregressi.

LEGGI ANCHE: Truffa dello Spid: attenzione al trucco che usano

Assunzioni liberate dalla recente manovra finanziaria del Governo del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Vediamole nel dettaglio. La parte del leone spetta a Vigili del Fuoco, Polizia Penitenziaria e tecnici per la Gestione del PNRR che tra il 2023 ed il 2025 assumeranno quasi 24.000 persone.

LEGGI ANCHE: Proteggiamo i nostri anziani: nuovo allarme truffe

Cifre importanti anche per l’Agenzia delle Entrate che mette a bando 3900 posti tra assistenti informatici ICT, esperti in fiscalità internazionale e funzionari. Alta richiesta anche per l’INPS che ne assume 2309 subito ed altri 2692 nel 2024.

Assunzioni anche per Ministero della Cultura che ricerca 500 funzionari e Ministero della Giustizia che mette a concorso 1092 posti per personale amministrativo non dirigenziale  dell’UEPE, acronimo di esecuzione penale esterna.

Concorsi pubblici per altri 2293 posti saranno, infine, attivati per il reperimento di personale amministrativo presso il Ministero  dell’Interno, il Ministero dell’Ambiente,  l’Avvocatura dello Stato e la  Presidenza del Consiglio.

Da segnalare, in chiusura, che si stanno muovendo per assumere personale anche sei regioni. Nello specifico il Lazio che assume 584 impiegati amministrativi, la Calabria, a caccia di 310 funzionari, la Puglia che apre il concorso per 282 ispettori ed 80 collaboratori, il Piemonte che assume 73 istruttori, la Basilicata che assume 91 funzionari e la Sicilia che metterà sotto contratto 46 forestali.