Bonus senza ISEE, di cosa si tratta e chi può beneficiarne. Attenzione, il tempo è limitato

Bonus senza ISEE, ne hai sentito parlare? La domanda sta per scadere, affrettati per non perdere quest’occasione.

Soldi
Guadagno (foto da pixabay)

Il bonus senza ISEE rientra negli aiuti economici concessi dal Governo per far fronte ai problemi economici provocati dalla pandemia da Covid-19. Si può presentare domanda fino a Natale 2021, in questo bonus senza ISEE rientrano alcune richieste già sfruttate quest’estate, ovvero la possibilità di acquistare un condizionatore o pompa di calore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Lavori edilizi e recupero sottotetto, cosa può cambiare

Quest’agevolazione fa parte del bonus casa 2021. Grazie all’acquisto di un condizionatore o pompa di calore sarà possibile riscaldare la propria abitazione ad un costo agevolato.

Bonus pompa di calore, come si richiede e a chi spetta

condizionatore - pixabay
condizionatore – pixabay

La pompa di calore è un macchinario che produce per l’appunto calore e lo trasferisce per tutta casa, il bonus in questione permette anche l’acquisto di climatizzatori sia ad aria calda che ad aria fredda. Non è una novità del 2021 in quanto già l’anno scorso è stato adottato per far fronte alla crisi economica accentuata dal Covid-19.

Con la Legge di Bilancio 2021, che scade il 31 dicembre, si ha una novità rispetto a quello del 2020. Possono richiedere il bonus anche quelle persone che posseggono un’immobile non in fase di ristrutturazione ( come inizialmente specificato).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Rinnovare la cucina con meno di 1.000 euro, ecco come fare

Naturalmente ci sono dei criteri affinché il bonus possa essere erogato:

  • Minore impatto ambientale. Se possiedi una pompa di calore devi dimostrare che la nuova ha un minore impatto ambientale e che quindi inquina meno.
  • Tutti possono richiederlo. Privati cittadini, aziende, cooperative, professionisti, società e vari enti, imprese, esercizi commerciali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Prelevare dal Bancomat, se lo fai oltre questa cifra scatta l’allarme

Questo beneficio si ottiene con una detrazione sull’Imposta sul Reddito Personale Fiscale, ovvero l’IRPEF. La detrazione potrà essere del 50% o del 65% sulla spesa complessivamente sostenuta nell’acquisto di un nuovo climatizzatore.

La richiesta dovrà pervenire all’ENEA entro e non oltre 90 giorni dall’acquisto della nuova pompa di calore. Il tutto dovrà essere corredato dai documenti del dispositivo ed i pagamenti tracciabili ( bonifico bancario – rate con finanziamento – assegno ).