Canone Rai, chi può pagarlo con l’F24: la novità

Canone Rai, non solo bolletta elettrica: è possibile versare il dovuto anche usando il noto modulo. Come fare

canone rai
Adobe

Dal 2016, per combattere l’evasione del canone della Tv di Stato, l’importo è stato inserito nella fattura bella bolletta elettrica. Ognuna di essa è maggiorata di 18 euro. Essendo bimestrale, son 9 euro al mese.

In questo modo è calata tanto l’evasione di una tassa mai molto amata. Sono molti a chiedersi perché devono sborsare questi soldi anche se non seguono i canali Rai. La risposta è che funziona come la tassa di possesso dell’auto: deve pagare chi ha il televisore, così come chi è proprietario di un’auto, al di là dell’uso che ne fa.

Chi infatti tiene il proprio veicolo fermo in garage, senza neanche percorrere un chilometro all’anno, deve pagare ugualmente.

Canone Rai, come pagare con l’F24

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

C’è però una grande novità in vista che consente di pagare in modo diverso. Come riporta l’Agenzia delle Entrate sul proprio sito, se nessun componente della famiglia anagrafica è titolare di contratto elettrico di tipo domestico residenziale, il versamento può avvenire anche attraverso il modello F24 entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento.

Il modello viene utilizzato anche da parte dei cittadini per i quali la fornitura di energia elettrica avviene nell’ambito delle reti non interconnesse con la rete di trasmissione nazionale.

Inoltre è anche possibile chiedere l’addebito diretto sulla pensione. Bisogna fare la richiesta al proprio ente pensionistico entro il 15 novembre dell’anno precedente a quello cui si riferisce l’abbonamento.

La richiesta la possono fare i cittadini titolari di un reddito di pensione non superiore a 18mila euro. Come presentare la domanda lo stabilisce ciascun ente. Le modalità di presentazione della domanda sono stabilite da ciascun ente, che provvederà poi a comunicare al pensionato l’esito della domanda.

Per quanto riguarda il pagamento del canone TV da parte dei non residenti in Italia e che non sono titolari di un conto aperto presso Poste Italiane o presso una filiale di una banca situata in Italia (ma comunque detentori di una apparecchio televisivo in patria), possono eseguire il versamento del canone TV con un bonifico in euro in favore del bilancio dello Stato utilizzando le seguenti coordinate:

Iban IT95O0760101000000000003103, Codice Bic BPPIITRRXXX, per il rinnovo dell’abbonamento televisivo; Iban IT16Z0760101000000000009100, Codice Bic BPPIITRRXXX per i nuovi abbonati.