Gli italiani all’estero anche pagano il canone Rai?

Il canone Rai va corrisposto allo Stato tramite il pagamento della bolletta dell’utenza elettrica, ma come fa chi vive all’estero?

Pagare canone Rai residenti estero come fare
(Adobe)

Dal canone Rai non si sfugge, neanche se si vive all’estero! Il canone è infatti la tassa che i cittadini devono versare allo Stato per il sostentamento delle reti televisive nazionali della Rai e dei canali radiofonici ad essa connessi. Il suo importo è pari a 90 euro e si riferisce a tutti coloro che sono in possesso di un apparecchio televisivo, anche sul proprio luogo di lavoro. Le modalità con cui si paga possono variare in base alle varie esigenze: il più diffuso è però l’addebito tramite bolletta della rete elettrica in 10 rate mensili, da gennaio a ottobre di ogni anno.

Nel caso in cui non sia intestata alcuna utenza elettrica a uno dei componenti il nucleo famigliare, il canone dovrà essere versato tramite modello F24 da compilare entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento. Per i pensionati che ne facciano richiesta, inoltre, il pagamento del canone può avvenire anche tramite ritenuta sulla pensione. Per farlo è necessario rivolgersi al proprio ente pensionistico entro il 15 novembre dell’anno precedente a quello di riferimento. Ma attenzione, perché il canone non dovrà essere corrisposto dai pensionati il cui reddito non supera i 18mila euro annui!

Se sono residente all’estero devo pagare il canone Rai?

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Ma come funziona con i cittadini italiani residenti all’estero? Anche loro devono pagare il canone? La risposta è: . Chiunque sia in possesso di un apparecchio televisivo in una delle abitazioni a disposizione che sorgono su territorio italiano dovrà versare il canone tramite bonifico.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono disponibili tutte le informazioni relative al pagamento del canone, le coordinate bancarie a cui inviare il bonifico e la causale da specificare quando si effettua il pagamento. Bisognerà infatti specificare:

  • il codice fiscale del contribuente;
  • il codice tributo, diverso se si attiva o si rinnova un abbonamento;
  • l’anno di riferimento.

L’unico modo per non pagare il canone è rinunciare al televisore in casa!