Boom di tasse nel nostro Paese: l’Agenzia delle Entrate fa il pieno

Natale ricco, ricchissimo per l’Agenzia delle Entrate l’aumento del gettito delle tasse è davvero clamoroso. Ecco il motivo

Aumento Tasse Bonificobancario.it 20221224
Aumento Tasse (Foto AdobeStock) – Bonificobancario.it

Piatto ricco mi ci ficco. Si potrebbe riassumere cosi, con il vecchio proverbio del Centro Italia, la situazione che sta vivendo l‘Agenzia per le Entrate in questo complicato 2022. A rendere ricco, anzi ricchissimo, il Natale dell’agenzia deputata agli incassi di tasse, multe e sanzioni un dato davvero incredibile.

Il dato corrisponde alla cifra di 568,4 miliardi. Parliamo di miliardi di euro quelli che nell’anno in corso, e mancano ancora i numeri delle scadenze di dicembre, sono finiti nella casse della temutissima agenzia. Parliamo di un aumento importante, più 57 miliardi rispetto al dato del 2021, più 11% e addirittura del più 52,2% rispetto al dato del 2002. Nello stesso periodo il Prodotto Interno Lordo è salito “solo” del 41%.

Tasse, l’aumento del gettito è esponenziale

Ma cosa è successo per determinare questo dato abnorme. Le tasse in Italia sono aumentate cosi tanto e cosi in fretta? In realtà non è così. A spiegare il motivo dell’aumento del gettito ci pensa l’Ufficio Studi della Confartigianato di Mestre che nel rapporto di fine 2022 rileva questi numeri.

LEGGI ANCHE -> Truffa di Natale su WhatsApp: ci provano col dolce!

In realtà sono quattro i fattori che hanno permesso all’Agenzia per le Entrate di salire a questo livello nel 2022.

Il primo dato è un dato positivo ed è legato all’aumento dell’occupazione un fattore che ha favorito in maniera diretta l’aumento delle imposte dirette.

Il secondo fattore è sempre legato alle imposte indiretta ma è frutto di un dato negativo, l’aumento dell’inflazione. L’inflazione al 12% su base annua ha fatto aumentare in proporzione le tasse.

LEGGI ANCHE -> La truffa degli affitti: attenzione a prendere casa in questa città

Il terzo fattore è legato alle scelte poste in essere dai Governi guidati da Giuseppe Conte e Mario Draghi che nel biennio 2020-2021, quello segnato dalla pandemia da coronavirus covid-19 hanno sospeso il versamento di molti tributi, tributi che sono arrivati a maturazione nel 2022.

Il quarto fattore è un fattore indiretto ed è legato alla nascita, da marzo 2022, dell’Assegno Unico Universale. Assegno che ha eliminato tutta una serie di detrazioni che pertanto hanno generato un gettito extra rispetto al previsto.

Da segnalare infine il dettaglio di come viene composto il gettito. Dei 568 miliardi 279 miliardi sono imposte indirette, poco meno di 5 miliardi sono imposte in conto capitale, il resto è determinato da imposte dirette