Come si fa un bonifico? Quali sono i costi?

Cos’è il bonifico bancario?

Come eseguire un bonifico bancarioIl bonifico è un’operazione bancaria dispositiva, attraverso la quale il titolare di un conto corrente può disporre il trasferimento di una cifra a suo piacimento verso un altro conto corrente. Per eseguire un bonifico bancario è necessario conoscere il numero IBAN del conto del destinatario della somma di denaro. Il bonifico può essere SEPA, ossia disposto tra titolari di conti correnti in Euro appartenenti alla Single Euro Payments Area. A questa convenzione hanno aderito tutti i 19 Paesi appartenenti all’area euro e altri 15 Paesi, sempre in Europa, che non non hanno comunque la moneta unica. Tutti i bonifici dell’area SEPA, comunque, devono essere effettuati solo in euro. Per ogni bonifico è necessario indicare una causale, ossia il motivo per il quale si sta procedendo con il versamento verso un altro conto corrente.
Fatta questa doverosa premessa su cosa sia un bonifico bancario, è ora importante capire come si fa un bonifico bancario. L’operazione è più semplice di quanto non si creda e non sono richieste particolari competenze ma, soprattutto, non è necessario essere titolari di un conto bancario. Com’è possibile? È possibile perché quel che conta è che sia il beneficiario a essere in possesso di un conto corrente e, quindi, di un IBAN.

Come fare il bonifico bancario senza avere un conto corrente bancario

Appurato che, tecnicamente, è possibile eseguire un bonifico senza avere un conto corrente bancario, come si fa? In questo caso l’unica strada percorribile è quella di recarsi presso un istituto bancario e fare rivolgersi allo sportello. Ovviamente, in questo caso sarebbe necessario che la banca a cui ci si rivolge sia la stessa in cui il beneficiario ha aperto il conto corrente. Ovviamente, non dev’essere la stessa filiale ma è sufficiente sia una banca dello stesso gruppo. Di norma, gli istituti di credito danno la priorità ai loro clienti ma con un po’ di pazienza non è un’operazione impossibile. L’importante, per fare un bonifico bancario senza conto corrente, è disporre della somma in contanti da versare direttamente all’impiegato bancario ed essere a conoscenza del numero IBAN del conto del beneficiario. In pochi minuti, la somma desiderata viene inoltrata al conto corrente richiesto ed entro i termini stabiliti sarà nelle disponibilità della persona.
Tuttavia, al giorno d’oggi è possibile sveltire ulteriormente questa pratica, perché grazie alle novità introdotte nel mondo finanziario, chi non intende aprire un vero e proprio conto bancario, spesso a causa degli elevati costi di gestione dello stesso, può ovviare al problema con le carte prepagate. Sono numerose, infatti, le soluzioni che permettono ai cittadini di avere a disposizione una carta di credito ricaricabile con un codice IBAN: senza avere un conto corrente è possibile disporre bonifici per l’importo disponibile in totale comodità.

BIC e SWIFT

Chi ha un conto corrente bancario e vuole disporre un bonifico presso lo sportello di un istituto di credito, può recarsi presso una filiale del suo gruppo bancario e indicare le coordinate bancarie del beneficiario. Ovviamente, in questo caso non è necessario avere a disposizione i contanti con sé, perché il trasferimento di denaro avviene direttamente dal conto corrente a un altro conto corrente. Anche in questo caso è necessario attendere i tempi tecnici di trasferimento; si tratta comunque del metodo di pagamento più rapido e sicuro, che non ammette truffe o, comunque, problemi durante l’operazione. Nel caso in cui avvenga un errore nella trascrizione dei dati bancari, il bonifico non viene effettuato perché non è sufficiente indicare il numero IBAN ma è necessario anche fornire le generalità del beneficiario e il numero di conto corrente. Se tutte le informazioni collimano, il bonifico risulta valido. In alternativa la somma resta a disposizione nel conto corrente e non viene effettuato nessun trasferimento.
Quando il bonifico viene effettuato verso un conto esterno all’area SEPA è necessario essere in possesso di un altro dato, ossia il codice SWIFT (Worldwide Interbank Financial Telecommunication) chiamato anche codice BIC (Bank Identifier Code). È una convenzione internazionale che serve per identificare la banca del beneficiario per questioni di sicurezza.
Quando si effettua un bonifico allo sportello è sempre necessario compilare l’apposito modulo proposto dall’impiegato in ogni sua parte.

Come fare il bonifico online

Con la diffusione dell’online e dell’home banking, chiunque può disporre il bonifico bancario dal suo computer o dal suo device mobile. Le applicazioni bancarie permettono di effettuare movimenti e pagamenti in qualunque momento, basta avere una connessione internet attiva e funzionante. A qualsiasi ora del giorno e della notte si possono effettuare i pagamenti e i versamenti verso qualunque altro conto corrente in totale autonomia, senza fare inutili file e senza estenuanti attese. Il meccanismo è lo stesso, così come la sicurezza della buona riuscita dell’operazione.

Quanto costa fare un bonifico?

Generalmente, quando si parla di bonifici nazionali tra banche di gruppi diversi, il bonifico ha un costo di 1 o 2 euro. I costi si azzerano quando entrambi i conti correnti appartengono a uno stesso gruppo bancario. Per i bonifici esteri nell’area SEPA un bonifico può costare tra i 5 e i 12 euro mentre, per tutti i Paesi extra SEPA si può pagare fino al 10% della somma versata.